Drone DJI MINI 2 declassato in A3 dal 2023 ma EASA vuole risolvere il problema

DJI MINI 2 declassato in A3 dal 2023 ma EASA vuole risolvere il problema


Contrariamente a ciò che tutti pensavamo, a causa di una piccola ma molto significativa differenza tra come è scritto l'art.20 rispetto all'art.22 del regolamento di esecuzione 2019/947, il drone DJI Mini 2, Mini 1 e altri simili, sebbene dichiarati di peso inferiore ai < 250g, a partire dal 1 gennaio 2023 non potranno più essere condotti in città in A1, dovranno essere condotti nella categoria A3 delle Open Category. Vale a dire mantenendo almeno 150 metri di distanza dalle zone residenziali, industriali, ricreative etc. 

Infatti dal momento che il DJI Mini 2 (compreso Mini 1 e altri droni simili) non ha la marcatura di classe, fino al 1 gennaio 2023 beneficia dell' art.22 del regolamento 2019/947 il quale afferma che se un UAS ha un peso al decollo inferiore ai 250g può essere condotto in A1.

A partire dal 1 gennaio 2023 l'art. 22 decade e per i droni senza marcatura immessi sul mercato prima del 1 gennaio 2023, come il Mini 2, rimane soltanto l'art. 20 il quale dispone che i droni con massa massima al decollo (MTOM) inferiore a 250 grammi possono essere condotti in A1 (C0) mentre quelli superiori a 249g fino a 25kg finiscono in A3. 

Allora perchè il Mini 2 (e Mini 1) finirà in A3? Semplice, perchè l' MTOM del Mini 2 non è stato dichiarato, DJI dichiara il peso al decollo e non il peso massimo al decollo. L'esistenza di accessori ufficiali che se installati fanno superare la soglia dei 249 grammi farebbero desumere un MTOM più elevato.

Come leggeremo più avanti, per EASA l' MTOM  è quello determinato durante la fase di test, quando si verifica la sicurezza del drone in tutte le condizioni di volo, considerando anche il payload più pesante installabile, massimo carburante (se applicabile) e ogni altro accessorio consentito. 

Di questo problema ci siamo accorti analizzando a fondo il regolamento 947/2019 a seguito di alcuni video pubblicati sui social i giorni scorsi che affermavano una cosa simile ma basata su presupposti a nostro avviso sbagliati. Così, abbiamo inviato una richiesta di chiarimenti ad EASA nella persona dell' Ing.Natale Di Rubbo, responsabile droni EASA, che ringraziamo per la costante disponibilità a rilasciare sollecite informazioni a beneficio di tutta la community droni.

La mail che abbiamo inviato ad EASA

Buongiorno Ing. Di Rubbo, 
il regolamento di esecuzione 2019/947 con l’articolo 20 stabilisce che gli UAS privi di marcatura di classe, immessi sul mercato prima del 1 gennaio 2023 e aventi MTOM < 250g ( UAS legacy) possono continuare ad essere utilizzati in A1 anche dopo il 1 gennaio 2023. 

Il regolamento 947 definisce anche cosa si intende per MTOM, tuttavia i costruttori degli attuali droni legacy difficilmente dichiarano l’ MTOM, dichiarano il peso o in alcuni casi il peso al decollo

Ad esempio, DJI per il Mini 2 dichiara il peso al decollo (takeoff Weight ) < 249 grammi, però se si installano alcuni accessori venduti dalla stessa DJI si supera la soglia dei 250 grammi. 

Per i droni legacy, il valore dichiarato dal costruttore come “peso” o come “peso al decollo” è valido considerarlo come riferimento per l’ MTOM del regolamento 947? 

In sostanza, per i droni legacy e per gli auto costruiti vale il peso reale al momento del decollo per stabilire se può essere condotto in A1? 

Nello specifico, il DJI Mini 2 dichiarato da DJI come “peso al decollo < 249 grammi” se al momento del decollo peserà realmente meno di 250 grammi, potrà essere condotto in A1 anche dopo il 1 gennaio 2023?

La risposta di EASA ( Ing. Di Rubbo)

Come parte dei requisiti del marchio di classe, i costruttori saranno obbligati a dichiarare il ‘peso massimo al decollo’ – MTOM (cioe’ quello usato durante la fase di test verificando la sicurezza del drone in tutte le condizioni di volo, considerando il payload piu’ pesante installabile, massimo carburante (se applicabile) e ogni altro accessorio consentito). 

Siamo a conoscenza che non tutti i droni immessi oggi sul mercato hanno l’identificazione del MTOM e per questo motivo l’Articolo 22 usa ‘peso al decollo’ (significando che l’operatore ha il compito di misurare il peso prima del decollo e quindi usare una configurazione che rientri nei limiti della categoria). 

In realta’ come tu hai indicato l’articolo 20 invece fa riferimento al MTOM, quindi una configurazione come quella del DJI Mini 2 non sarebbe ammessa in A1 in quanto il MTOM e’ superiore ai 250g. 

In realta’ penso che dovremmo considerare se il riferimento al MTOM in articolo 20 sia corretto (in quanto si applicano le stesse considerazioni che abbiamo fatto per l’Articolo 22) e questo punto e’ inserito nella mia lista di miglioramenti al regolamento che proporrò alla Commissione per il prossimo anno. 

Vorrei anche segnarlati che, in base ad una richiesta avanzata dagli stati EU, la Commissione sta valutando l’opportunita’ di estendere di almeno un anno la data di applicazione definita nell Art. 20 a causa del ritardo nella disponibilita’ degli standard per i droni nella open category (che dovrebbero essere disponibili non prima di marzo del prossimo anno). La decisione sarà presa alla prossima riunione tra Commissione e stati Membri, pianificata per febbraio.

EASA vuole proporre alla Commissione di modificare l'art. 20 per permettere la conduzione del Mini 2 e droni simili anche in futuro

Come abbiamo letto, EASA è consapevole della "strana" differenza tra l'art.20 e l'art.22 per quanto riguarda la massa dell' UAS e intende proporre alla Commissione la sostituzione della dicitura MTOM con Peso al decollo similarmente a quanto è scritto nell'art.22 permettendo così la conduzione del DJI Mini 2 e droni < 250g con problematiche simili anche in futuro quando decadranno le Limited Open Category.

Richiesta una proroga delle Limited Open Category e sulla possibilità di immettere sul mercato droni senza marcatura

L' Ing di Rubbo ci ha anche riferito che gli Stati membri EASA hanno richiesto alla Commissione una proroga di almeno un anno sulla scadenza delle Limited Open Category e sull' Art. 20. La decisione se prorogare i termini dovrebbe essere presa a febbraio. Se accettata i nuovi termini saranno: 
  • 1 gennaio 2024 scadenza Limited Open Category
  • 1 gennaio 2024 termine entro cui si possono immettere sul mercato droni senza marcatura di classe
Con la proroga di 1 anno, i droni come il Mini 2 potranno continuare ad essere usati in A1 fino al 1 gennaio 2024 anche nel caso in cui non venga modificata la dicitura MTOM nell'art.20

Ritardi sulla pubblicazione degli Standard per la Marcatura di Classe dei droni

Ultima informazione che ci è stata data è relativa alla pubblicazioni degli standard che permetteranno ai costruttori di realizzare droni con marcatura di classe. Non saranno pronti prima di Marzo 2022, quindi per i droni con marcatura c'è ancora da attendere

Video - La spiegazione sul perchè il DJI Mini 2 finirà in A3 nel 2023 se il regolamento 947 non sarà modificato


La mail che abbiamo inviato ad EASA

La risposta di EASA alla nostre domande


COMMENTI

BLOGGER: 19
  1. Ciao Danilo, ben fatto. Mi domando, però, se l'art 22 è stato intenzionalmente scritto com'è, cioè se durante la redazione stavano pensando ai droni <250g senza marcatura, legandoli al MTOM (che potrebbe non essere indicato), o se invece pensavano ai futuri C0 (certificati), visto che per i primi esistono solo i dati del fabbricante, che non ha alcun obbligo di indicare altro che il peso del drone. Quanto al possibile/probabile spostamento al 2024 per la fine delle Open limited, in tempi non sospetti avevo espresso i miei dubbi sulla questione, ma la data del 1° Gennaio 2023 era stata ribadita come un punto fermo (che ora, però, non già è più irremovibile, a quanto pare).
    Tornando allo MTOM, se dovesse passare questa interpretazione "strampalata", una delle consegunze sarebbe il proliferare di accessori non originali per tutti droni, perchè il costruttore del drone, certificato o meno, per far rientrare la massa nei 249g senza sacrificare le potenzialità, dovrebbe eliminare dal catalogo il paraleliche e qualsiasi altro accessorio. Ha senso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio, ho anche scoperto che nella prima versione del 947 sia art.20 che 22 riportavano MTOM. Poi con una revisione hanno modificato solo l'art.22 sostituendo a MTOM il peso al decollo come è attualmente. A quanto ho inteso io la volontà è quella di uniformare l'art 20 al 22 e quindi di permettere l' A1 anche a fine limited open category. Per il resto, su un drone con marcatura di classe andrebbero installati solo gli accessori con indicati in sede di marcatura. Infatti il reg. dice che se si modifica un drone con marcatura, viene declassato addirittura in specific secondo le AMC in bozza e non più in A3.

      Elimina
    2. Per gli accessori, mi riferivo prevalentemente ai futuri C0, che per motivi strutturali, fermi restando i 250g, se includessero accessori come paraeliche in sede di marcatura, dovrebbero sacrificare funzionalità importanti, come i sensori ed altre caratteristiche evolute. Si potrebbe eccepire che in termini di probabilità di evento sono più pericolosi i bordi dell'elica rispetto ai pochi grammi in più di un paraelica, ma se la filosofia di EASA è stata quella di minimizzare le fatalità, allora la massa ha certamente maggiore rilevanza rispetto alle eliche, senza dubbio.

      Elimina
    3. Nei requisiti di marcatura viene indicato che le eliche devono essere progettate in modo da minimizzare i danni in caso di impatto. Si potrebbero applicare paraeliche ma in alternativa anche sistemi di blocco motore in caso di impatto unitamente ad eliche pieghevoli che quindi si ritraggono e magari anche profili realizzati con materiali appositi.

      Elimina
    4. Sì, però rimane il fatto che per restare sotto i 250g e marcare C0 il drone, il produttore non può indicare altri accessori applicabili. Pertanto, se si volesse volare all'interno di spazi interni e angusti con quel drone marcato C0, laddove il paraleliche potrebbe essere una buona misura per evitare conseguenze urtando qualcosa, bisognerà comprarlo a parte e con un marchio differente.

      Elimina
    5. Dipende dal drone. Ad esempio il Mini 2 pesa intorno ai 239-240g quindi potrebbe esistere una versione marcata C0 con MTOM < 250g accessori inclusi. Con i droni marcati l'utente non avrà nessuna preoccupazione, basterà usare il drone seguendo le istruzioni del produttore. Comunque come sai indoor non si applica il regolamento, potrai usare qualsiasi drone

      Elimina
    6. Ciao Danilo. Credo di capire che le linee guida di EASA prevedano il pilota di UAS come un utente irresponsabile, incapace di capire la differenza tra <250g> e con la conseguente necessità di offrirgli un prodotto che debba inequivocabilmente essere a norma. Nel mondo reale, però, ciò non si realizza, se non restando solo sulla carta. Più che al Mini2 "C0" con accessori "piuma" che lo facciano ugualmente rientrare nella MTOM, limitandone altre prestazioni (es sensori, batterie di maggiore capacità, etc.) immagino un prossimo Mini3 certificato C0, al limite di peso, senza alcun accessorio originale. Vorrei capire chi fermerà la pletora di piccoli costruttori cinesi, quella che invade il mercato con accessori non originali di ogni tipo, dal paraeliche al paracadute, alle lenti etc. E' un fatto sempre successo, e che continuerà a succedere, ma se il pilota è "irresponsabile", allora avremo in volo dei C0 con accessori non originali, e droni non più più inoffensivi, di fatto. Non era meglio far più affidamento su una preparazione del pilota, prevedendo una prova di competenza anche sotto ai 250g, declassando il C0 in C1 al superamento? L'esempio in un'area segregata lo avevo scelto di proposito, in modo da evidenziare che la visione adottata per le marcature Cx e gli accessori ci priverà di alcune parti, come potrebbero essere, ad es. la lente addizionale del Mavic3.

      Elimina
    7. Il fatto è che se si modifica un drone con marcatura installando accessori non contemplati o si modifica la struttura etc il drone perde la classe e viene declassato in specific secondo le nuove AMC in bozza.

      Elimina
    8. Sono qui che aspetto di vedere se anche i FW di drone e controller, praticamente il cervello del drone, coerentemente a questa visione restrittiva di EASA (se "sei" C0, non puoi essere anche "C1"), entreranno a far parte della certificazione C0, C1, etc. In caso contrario, colgo una palese incongruenza, dovuta alla difformità tra l'esemplare a suo tempo certificato e quelli venduti ed aggiornati.

      Elimina
    9. Attenzione, se sei un C0 puoi volare anche in C1 etc ma il drone non deve essere modificato dall'utente. Perchè se installi un payload che fa superare la soglia MTOM di un C0 come fai a garantire che le prestazioni e il comportamento resti sicuro per volare in C1? Per quanto riguarda le caratteristiche di un C0 le puoi leggere qua a a pagina 29 https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:02019R0945-20200809&from=EN

      Elimina
    10. Ciao Danilo. Perdona, ma se il costruttore di un drone C0 non può inserire accessori perchè la somma delle masse porta un MTOM maggiore del limite, e questo basta ad escludere di poter usare quel drone come C0, è ovvio che mancherà la possibilità di dimostrare che volerebbe in C1 con quegli accessori, ancora in sicurezza. Provo a ribaltare la tua stessa osservazione, così forse riesco a spiegarmi. Poniamo che DJI certifichi C0 un Mini3 dal peso di 249g, ma che faccia anche certificare lo stesso identico Mini3 come C1, inserendo, in una seconda confezione, "Mini3-plus", accessori come paraeliche, filtri ottici, etc. Il drone nelle due confezioni, però, è lo stesso identico UAS, ma, stante il regolamento attuale, chi l'ha acquistato come C1 ("Mini3-plus") non potrà farlo volare come C0, anche nel caso in cui non montasse alcun accessorio. A quel punto, dire che il drone non sia sicuro in C1 sarebbe falso, e dire che sia diverso da quello omologato C0, anche. Quindi? Non sarebbe stato più semplice (e sensato) distinguere fra drone e accessori, come pare volersi fare per Mini1 e Mini2 ? Perchè allora si dovrebbe fare un'eccezione per droni "solo" CE, come Mini1 e 2, e non per i C0?

      Elimina
  2. Beh una sottile differenza terminologica ma che in legalese fa tutta la differenza di questo mondo.
    Ottima annotazione, anche se non ho dubbi che si vada verso un correttivo, perché sarebbe assurdo che un drone immesso sul mercato venga declassato mentre un autocostruito no.
    I droni per volare in più categorie devono avere i relativi marchi. Un drone può essere contemporaneamente C0, C1, C2 etc. consentendo all'operatore la scelta di quali payload supplementari installare o no e di conseguenza quali limiti operativi avere. Ma se un drone ha solo il marchio C0, deve rimanere confinato in quella categoria: se anche semplicemente mettendo un filtro ND si supera la soglia, diventa modifica non autorizzata.
    Sul resto, rimango sconvolto che in Europa non si riesca ancora ad arrivare, dopo oltre 5 anni, a definire gli standard, e si parli di rinviare dopo che già è stato rinviato dopo che gié è stato fatto un transitorio... Bisogna rivalutare la "velocità" del Parlamento Italiano allora :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sotto il profilo strettamente formale e del presente regolamento, cioè se vale la MTOM, non vedo come lo stesso drone C0 possa essere anche C1, e viceversa. Sarà anche lo stesso identico drone, ma dovrà avere due versioni formalmente distinte, altrimenti, il C1 annullerebbe il C0.

      Elimina
    2. No, mi urta scrivere qui sopra Dronezine ma come è stato chiarito, una classe non può essere univoca: un C3 può essere C5, un C4 può essere C6... Quindi un drone essere pilotato sia in Open che in Specific Standard EASA. Modificando opportunamente il drone, ovvero installando un kit che lo trasforma in C5 quando necessario. Così è scritto nelle regole, poi all'atto pratico vedremo come sarà tradotto visto che ancora questi standard non sono usciti.
      La patente B vale pure per guidare A, l'attestato A2 vale pure per pilotare A1. Ogni classe superiore teoricamente ingloba in sé quelle inferiori, ma siccome qui si parla di MTOM, per rispondere a una classe devi rispettare i parametri che impongono i relativi limiti. Ma pensare che su un Mini2 non si possa nemmeno applicare un filtro è assurdo in genere. Rimane facoltà del produttore, soprattutto su certi droni professionali che hanno tanti payload diversi, stabilire la classe di appartenenza: un Inspire 2 a seconda del gimbal che monti può pesare più o meno di 4 Kg.
      Altra cosa è la difficoltà di avere sia il marchio C0 che il marchio C1, ma semplicemente drone "naked" C0, drone con un determinato payload prodotto dalla casa (e solo quello, non prodotti di terze parti) e installato secondo quanto descritto nel manuale, diventa C1. Non vedo in che senso le due cose sono in contrapposizione. Poi che DJI adotti politiche diverse è un altro problema che forse un giorno capiremo.
      A meno che nella 2019/945 e successivi emendamenti non sta scritto che un drone non può ricevere più classi contemporaneamente, cosa che io non ho trovato oppure mi è sfuggita, allora il discorso cambia.

      Elimina
    3. Simone il C4 è una specie aeromodello, non potrà mai diventare un C6. E' solo il C3 che può diventare C5 tramite kit retrofit. A questo proposito la vedo dura che un C1 possa essere anche un C2 e poi C3 e poi con kit di retrofit diventare un C5. Da un C1 si arriva a un C5? non credo proprio. Comunque stiamo parlando di situazioni inesistenti visto che droni con marcatura non li vedremo prima dell'estate 2022 nelle migliori delle ipotesi visto che gli standard sono in ritardo.

      Elimina
    4. Per la cronaca, la mia personale patente di guida B, effettivamente vale anche per la A, ma quelle successive ad una certa data, non valgono affatto per la A, e bisogna sostenere un esame specifico, sia teorico (mi scappa da ridere: se bocci il candidato gli revochi la B?) che pratico, su 2 ruote. Tornando agli UAS, me pare che di assolutamente chiaro ed incontrovertibile ci sia poco, perchè da un giorno all'altro, vale "tutto" ed il contrario di "tutto". Quando leggo che la attuale linea guida degli "inoffensivi" non omologati va intesa nel senso che un Mini2 andrebbe in A3, poichè supererebbe il peso col paraeliche, anche se il paraeliche non viene montato (però andrebbe bene nel caso in cui il fabbricante non avesse previsto un paraeliche, perchè peso del drone e MTOM coincideranno) mi cadono le braccia. A maggior ragione, se ci si rende conto che va corretta l'aberrazione per il <250g non omologato, senza accessorio, allora non si capisce perchè la stessa correzione non si voglia applicare al futuro drone C0, C0 se preso senza accessori, C1 se li monta, esattamente come hai scritto tu.

      Elimina
  3. ciao a tutti sto andando in america e volevo registrare il mio mavic mini 2 ma chiedono se trasmette id remoto e non sono sicuro qualcuno mi puo aiutare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qualcuno sa se il mavic lo ha?

      Elimina
    2. Ciao, per ora non trasmette l' ID remoto nel formato chiesto dagli USA, però è rilevabile dal sistema aeroscope

      Elimina

Se vuoi supportarci compra droni o qualsiasi prodotto usando i seguenti link. Grazie al tuo aiuto riceveremo una commissione per il tuo acquisto dallo store, a te non costerà nulla. 🛒AMAZON 🛒DJI Online Ufficiale 🛒 DJI Store Italia - 🛒 AUTEL in Italia - 🛒 BANGGOOD - 🛒 DRONEMASK  🛒 MAGIMASK

Clicca su "mi piace" e seguici su Facebook

Raggiungici su YOUTUBE
Nome

>Drone,1,250 grammi,14,300 grammi,63,3DRobotics,18,A2,1,AAM,3,Acqua,1,Action Cam,10,Advanced Air Mobility,16,Aeromobile Giocattolo,1,Aeromobili con equipaggio,1,Aeromodellismo,32,Aeroscope,1,Agricoltura,84,Aibotix,3,Ambiente,2,Anafi,23,Anafi Ai,2,Anafi Mini,1,Anafi Thermal,3,Anafi-Ai,1,Ansv,1,APM,9,Apple,1,Apple iPhone X,1,APR,746,Archeologia con i Droni,7,Arducopter,44,Ardupilot,1,Arte,1,Assicurazione,4,Assicurazione. Droni,3,Assorpas,12,Autel,9,Autel Evo 3,1,Autel EVO Lite,1,Autel EVO Mini,2,Autel EVO Nano,3,Autel Robotics,12,Autopilota,9,Bebop,45,Bebop 2,9,Bebop 3,1,Blos,2,BVLOS,43,c-uas,1,Camera Drone,1,Camera Termica,6,Campi Fotovoltaici,3,Canon,1,CES2017,4,Cinecopter,2,Cinewhoop,2,Cobra,1,Corso droni,6,Curiosità,2,D-flight,17,Design,1,DII,1,DIJ,3,DIJ GO,1,Disco,9,DJI,837,DJI Academy,1,DJI Action 2,4,DJI Action 3,1,DJI Air 2S,7,DJI Air2S,3,DJI Avata,4,DJI Enterprise,14,DJI FLY,6,DJI FPV,23,DJI Goggles,15,DJI Innovation,20,DJI Innovations,135,DJI Inspire 2,15,DJI Inspire 3,1,DJI M200,1,DJI M30,1,DJI Matrice 300,3,DJI Mavic,65,DJI Mavic 2,40,DJI Mavic 2 Enterprise,7,DJI Mavic 2 Enterprise Advanced,2,DJI Mavic 3,20,DJI Mavic 3 Classic,1,DJI Mavic 3 Enterprise,1,DJI Mavic Air,28,DJI Mavic Air 2,23,DJI Mavic Mini,42,DJI Mavic Mini 2,1,DJI Mavic Pro,15,DJI Mavic Pro 2,4,DJI Mavic Pro II,2,DJI Mavic Pro Platinum,5,DJI MIMO,1,DJI Mini 2,21,DJI Mini 3,11,DJI Mini 3 Pro,12,DJI Mini SE,4,DJI OM 5,1,DJI Osmo Action,7,DJI Osmo Action 3,1,DJI Osmo Mobile 3,2,DJI Osmo Mobile 6,1,DJI OSMO POCKET,19,DJI Phantom,1,DJI Phantom 4,23,DJI Phantom 4 RTK,6,DJI Phantom 5,5,DJI Phantom R,1,DJI Pocket 2,4,DJI RC Pro,1,DJI S800,10,DJI Smart Controller,2,DJI SPARK,68,DJI Tello,3,Dobby,4,Done,1,Draganflyer,4,Drone,4105,drone 250 grammi,16,Drone Droni,5,drone giocattolo,2,Drone Journalism,13,Drone Marino,5,Drone Notizie,1,Drone Patent Trolling,1,Drone; Droni,1,Drone; Notizie,1,Drone. DJI,1,Drone. Droni,5,Drone. Hardware,1,Drone. Italia,1,Drone. Notizie,3,Droni,1543,Droni modelli,5,Dronie,3,Dronimodellismo,6,Dronitaly,63,Dronitaly 2016,9,EASA,8,Emergenza,6,Enac,185,ENAV,6,esacottero,3,Eventi,157,Evento,1,Evidenza,1,EVO 2,10,Evo Lite,3,Evo Nano,4,EVO NANO+,4,EVO NANO+. Autel Robotics,1,Expodrone,8,F3U,1,FAI,1,Fatshark,1,FIMI,6,FIMI A3,3,Fimi Palm,1,Fimi X8 Mini,7,FIMI X8 SE,12,FIMI X8 SE 2020,4,FIMI X8SE 2022,1,Firmware,18,FLIR,1,Ford,1,Formazione,37,Fotografia,5,Fotogrammetria,115,FPV,116,FPV Drone Racing,49,FPV Racing,143,GDU,1,Geologia,3,Geomatica,4,Gimbal,5,Gimbal Brushless,31,GoPro,50,GoPro Hero 4,9,GoPro Hero 5,4,GoPro Hero 6,1,GoPro Hero 7,2,GoPro Hero8,1,GoPro Max,1,GPS,5,Ground Station,4,GSPRO,2,Handheld Gimbal,30,Hardware,489,Hasselblad,1,Helicam,1,Hero 6,1,Hubsan,41,Hubsan Zino 2,1,Incendio,3,inspire 1,2,Inspire 2,5,Insta360,1,Intel,4,Intergeo,1,ispezioni,41,Italdron,7,Italia,2353,JARUS,1,karma,28,Lavoro,6,Lavoro Aereo,48,Le Prove di Quadricottero News,37,Leonardo,4,Libri,1,LiDAR,3,Linux,1,Litchi,1,M300,2,Manifestazione Aerea,1,Mappatura,25,Matrice 100,3,Matrice 200,7,Matrice 300,1,MAV,3,Mavic,1,Mavic Enterprise,1,Mavic Mini 2,2,Mavic Pro,1,Mi Drone,3,Mi Drone Mini,2,Micro Drone,3,Micro Droni,31,Microdrones,5,Mikrokopter,25,mini drone,11,Mini Droni,95,MiTu,1,Mobilità Elettrica,1,Moni,1,Monitoraggio,212,Monitoraggio. Notizie,1,Multirotore,45,Multiwii,4,myUAS,1,Norma,1,Normativa,402,Normativa Droni,205,Normativa Droniblogger,1,Normativa EU,120,Notiizie,2,Notize,16,Notizie,4055,Notizie. Italia,1,Notizize,2,OnePlus,1,Open Source,35,Openpilot,8,OSMO,4,OSMO Mobile 2,4,OSMO Mobile 3,2,Osmo Mobile 4,4,P4 Multispectral,1,Paparazzi,1,Paracadute,6,Parrot,169,Parrot Anafi,29,Parrot. Notizie,1,Payload,2,PERI,1,Phandom,1,Phantom,42,Phantom 3,46,Phantom 3 SE,1,Phantom 4,25,Phantom 4 PRO,5,Phantom RTK,1,Pix4D,1,Pixy,1,Pocket 2,2,Polizia,5,Post Produzione,11,Prevenzione Incendi,5,primo contatto,33,Privacy,12,Protezione Civile,4,Quadricottero,280,Racing,1,Radio,1,rdcv,5,RDWC,4,Recensione,7,Recensione Droni,36,ReelSteady,1,Regolamento,1,Regolamento Droni,102,Remote ID,1,Restauro,4,Ricerca e Soccorso,146,Rilevamenti,59,Rilevamenti Tecnici,93,Rilevamento,28,Riprese Aeree,307,Roma,2,Roma Drone Campus,21,Roma Drone Conference,83,Roma Drone Expo&Show,32,Roma Drone Urbe,13,Runcam,1,Samsung,1,SAPR News,606,Scatto Remoto,1,Scuola,98,Selfie,4,senseFly,3,Sicurezza,11,SICUREZZA 2017,1,Simulatore di volo,6,Skydio,1,Skydio 2,6,Skydio X2,2,Skypixel,3,Skyrobotic,3,SkytTech2015,1,Software,199,Solo,7,Sony,1,Sora,1,Sorveglianza,17,speciale romadrone,5,Specific,5,spettacolo,1,Sport,2,Stampante 3D,6,Syma,5,Tecnica,106,Tecnologia,13,Televisione,56,TELLO,11,Termocamera,53,Terremoto,1,Topografia,3,Transponder,2,Trasporto con Drone,13,Tutorial,76,TwoDots,1,U-space,5,UAM,4,UAS,4,UAV,1,Urban Air Mobility,6,Vigili del Fuoco,14,VirtualRobotix,13,Vitus,2,VTOL,3,Wale Watching,3,Walkera,12,WRC,2,X8 Mini,1,XAircraft,1,XIAOMI,16,XIAOMI FIMI A3,2,Xiaomi Mi Drone,1,XIAOMI MITU,3,Xiro,2,XK Innovations,1,Yi,1,Yuneec,20,ZeroTech,1,ZINO,15,Zino 2,1,Zino Mini Pro,14,
ltr
item
Quadricottero News: Drone DJI MINI 2 declassato in A3 dal 2023 ma EASA vuole risolvere il problema
Drone DJI MINI 2 declassato in A3 dal 2023 ma EASA vuole risolvere il problema
DJI MINI 2 declassato in A3 dal 2023 ma EASA vuole risolvere il problema
https://1.bp.blogspot.com/-jIqL9TH6CB8/YaU2oAfKXcI/AAAAAAAAkeA/zsBj9JmfADsXu8HiqB85YNKV39v41QcEwCLcBGAsYHQ/s16000/DJI%2Bmini%2B2%2Beasa.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-jIqL9TH6CB8/YaU2oAfKXcI/AAAAAAAAkeA/zsBj9JmfADsXu8HiqB85YNKV39v41QcEwCLcBGAsYHQ/s72-c/DJI%2Bmini%2B2%2Beasa.jpg
Quadricottero News
https://www.quadricottero.com/2021/11/drone-dji-mini-2-declassato-in-a3-dal.html
https://www.quadricottero.com/
https://www.quadricottero.com/
https://www.quadricottero.com/2021/11/drone-dji-mini-2-declassato-in-a3-dal.html
true
82792799756454696
UTF-8
Caricati Tutti i Posts Nessun post trovato VEDI TUTTI Leggi il Resto Rispondi Cancella la Risposta Cancella By Home PAGINE POSTS Vedi Tutti RACCOMANDATO PER TE ETICHETTA ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POSTS Non è stato trovato quello che cercavi Torna alla Home Domenica Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso 1 minute fa $$1$$ minutes ago 1 ora fa $$1$$ hours ago Ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di 5 settimane fa Followers Segui THIS PREMIUM CONTENT IS LOCKED STEP 1: Share to a social network STEP 2: Click the link on your social network Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy Table of Content