05 maggio 2016

Ez-Wing by ADPM è il primo drone ad ala fissa riconosciuto ENAC nella categoria 300g

ADPM ottiene il riconoscimento ENAC sul primo drone ad ala fissa nella categoria da 300g. Denominato Ez-Wing, è il primo tassello del progetto EZ che prevede soluzioni tecnologiche per la sorveglianza e la fotogrammetria volte a migliorare il lavoro dell’essere umano. 

EZwing ADPM drone 300 grammi

Si chiama Ez-Wing il primo e per ora unico drone ad ala fissa presente nell’elenco dei riconosciuti ENAC nella particolare categoria dei mini droni da 300g che godono di particolari privilegi e semplificazioni, prima fra tutte la caratteristica di trasformare in non critiche le operazioni in tutti gli scenari operativi. Significa avere la facoltà di sorvolare anche zone urbane con persone purchè non assembrate.

Il primato di A/D Precision Mechanics appena raggiunto in questo ambito si aggiunge al mini drone quadricottero EZ-FLY riconosciuto recentemente in più esemplari dall’ ENAC, sempre nella categoria 300 grammi.

ez_fly_enac

“Ez-Wing è un tassello di un progetto molto più ampio denominato appunto Ez. “ ci ha detto Davide Cimino uno dei responsabili dell’azienda romana. “ Ez-Fly e Ez-Wing sono 2 dei componenti di questo progetto. Come si può immaginare, anche la piccola ala svolgerà compiti vicini a quelli del sistema Ez-Fly quindi sorveglianza ed aerofotogrammetria. Il progetto Ez non si limita solamente al drone in sé per sé ma comprenderà svariate soluzioni tecnologiche volte a migliorare il lavoro dell'essere umano. Nel progetto Ez ci saranno Droni e soluzioni all'avanguardia “ ha concluso Davide sottolineando che in questa fase preferiscono non divulgare ulteriori dettagli per evidenti motivi strategici-commerciali

Ricordiamo che ADPM sarà presente all’ evento 300g Drone Meeting con l’ EZ-FLY. Un appuntamento organizzato da Quadricottero News in collaborazione con Roma Drone Expo&Show al quale sono invitati tutti gli interessati a questa categoria di mini aeromobili a pilotaggio remoto.

Leggi il Resto »

A Roma Drone la realtà dei droni da 300g che possono volare in città

Tra circa una settimana si terrà l’evento 300g Drone Meeting che vedrà la partecipazione delle aziende più affermate nella fascia dei mini droni professionali. Mini aeromobili a pilotaggio remoto che oggi rappresentano una vera realtà con tanti operatori già riconosciuti dall’ ENAC. Quali sono i droni 300g più importanti, più tecnologici e più venduti, cosa sono in grado di fare, chi può pilotarli, dove possono volare, esiste un’assicurazione mirata?  Le risposte al Roma Drone Expo&Show 2016 con anche dimostrazioni di volo con la verifica del peso.

droni 300 grammi roma drone citta

A distanza di 8 mesi dall’entrata in vigore della nuova edizione Regolamento dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ( ENAC ) sugli Aeromobili a Pilotaggio Remoto ( APR ) i mini droni che non superano i 300grammi di peso rispondenti alla normativa sono diventati una realtà affermata.

Per loro le tutte le operazioni, anche le critiche, si trasformano in non critiche. Possono volare quasi ovunque, anche in città e in presenza di persone estranee alle operazioni fatto salvo il sorvolo degli assembramenti. Il pilota beneficia di notevoli semplificazioni, non deve ottenere attestati né superare visite mediche.

Una rivoluzione dalle grandi possibilità operative e che per questi motivi ha trovato un ottimo riscontro da parte dell’utenza. Sono infatti circa 60, e crescono giorno dopo giorno, gli operatori riconosciuti ENAC che utilizzano questi mini droni per trasmissioni televisive, drone journalism, filmati promozionali lowcost, ispezioni di strutture e di edifici anche in città, rilevamenti e realizzazione di modelli 3D, sorveglianza e prime applicazioni con micro camere termiche.

Ma quali caratteristiche devono avere per essere aderenti alla normativa? Dove possono realmente volare? Cosa deve conoscere e come si deve comportare il pilota per condurre questi mezzi? Quali sono i modelli commerciali che hanno avuto più successo? Quali sono i mini droni più indicati per il dronejournalism, per i filmati promozionali, per le ispezioni e quali quelli ottimizzati per i rilevamenti tecnici, la fotogrammetria  la produzione di modelli 3D piuttosto che la sorveglianza per la sicurezza di strutture e aree ? E ancora, quale assicurazione dedicata è al momento la migliore  in termini di costi e di garanzie offerte ?

DSC01474

300g DRONI MEETING AL ROMA DRONE EXPO&SHOW

A queste e a molte altre domande verrà data risposta al 300g Droni Meeting, un evento organizzato da Quadricottero News con la collaborazione di Roma Drone Expo&Show e che vedrà la partecipazione delle aziende più affermate in questa categoria: in termini di offerta tecnologica, di novità e di numero di esemplari riconosciuti ENAC, oltre che la nostra partecipazione in qualità di primo operatore riconosciuto sui mini droni da 300 grammi.

300g DRONI MEETING

Roma Drone Expo&Show

Venerdi 13 maggio ore 16 - Auditorium Hangar CFS Roma

PROGRAMMA

  • INTRODUZIONE E CENNI SULLA NORMATIVA ENAC APR 300g
  • CABI BROKER presenta una polizza assicurativa ottimizzata per i piccoli droni
  • LASER NAVIGATION presenta il VR MAPPER 300 e le ultime novità
  • DXDRONE presenta l’ultima versione aggiornata dell’ X300B
  • ADPM presenta EZ-FLY e le sue ultime evoluzioni
  • ITALDRON presenta in prima assoluta il nuovo MESH HSE 250
  • DOMANDE DEL PUBBLICO E RISPOSTE
  • SEGUE: PROVA E DIMOSTRAZIONE IN VOLO ( SOLO PER CHI SUPERA LA VERIFICA DEL PESO SULLA BILANCIA )

L’incontro che si svolgerà Venerdì 13 maggio alle ore 16  si prefigge di essere un momento di informazione e di approfondimento su questi temi, caratterizzato  dai principi fondanti di Quadricottero News tra cui spicca la qualità e l’attendibilità, lasciando agli altri i titoli e i proclami attira click dai contenuti spesso discutibili che rasentano il trash. Non mancate, vi aspettiamo !!!

La partecipazione al 300g Drone Meeting  è libera, prevede solo il pagamento del biglietto d’ingresso a “Roma Drone” (10 euro). www.expo.romadrone.it

Leggi il Resto »

04 maggio 2016

Droni: proposta di legge in arrivo. Se ne discuterà al Convegno sui Droni alla Camera il 18 maggio

In arrivo una proposta di legge per regolamentare i droni che prevede di istituire una banca dati unica e altre disposizioni. Sarà uno degli argomenti affrontati al convegno sui droni del 18 Maggio ad ingresso gratuito organizzato alla Camera dal Centro Studi STASA. In programma anche la presentazione del libro: “I droni nel volo di terza generazione normativa, istruzioni per l’uso, problemi “

proposta di legge catanoso

Nel corso del Convegno “Droni: il futuro dell’aviazione di terza generazione in un sistema regolato e sicuro” oltre agli argomenti in programma, che vedranno come relatori importanti esponenti sia dell’authority aeronautica ( ENAC ) che del mondo politico come i parlamentari delle commissioni Trasporti Camera e Senato ( leggi anche: Convegno sui Droni alla Camera dei Deputati ),  si dibatterà su una proposta legislativa di cui diamo notizia in anteprima assoluta.

Si tratta di una Proposta di Legge per regolamentare i cosiddetti droni frutto dell’iniziativa dell’ On. Catanoso che già aveva presentato un’interrogazione parlamentare in merito ( leggi anche: Nuova interrogazione parlamentare sui Droni )

Il ddl completo  sarà analizzato e illustrato nel citato convegno del 18 maggio al fine di raccogliere eventuali indicazioni modificative/migliorative/correttive del provvedimento che inizierà il suo iter parlamentare. Abbiamo notizia che quasi certamente interverrà anche l’ On. Nicolò Romano

Per l’occasione, l’Ing. Nicola Silverio Genco membro del comitato scientifico STASA presenterà il suo libro: “I droni nel volo di terza generazione normativa, istruzioni per l’uso, problemi “

Questo incontro organizzato dal centro Studi S.T.A.S.A. avrà luogo Mercoledì 18 maggio 2016 alle ore 16.00 nell’Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari, in Via di Campo Marzio 74 - 75 in  Roma ed ha ricevuto il patrocinio gratuito dall’ Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, dall’Ordine degli Avvocati di Roma, di Deep Blue s.r.l. e da noi di  Quadricottero News.

image

Per avere accesso alla sala è fatto obbligo prenotare la propria partecipazione nominativa entro il 13 maggio 2016 inviando una mail al seguente indirizzo: STASAperDRONI@gmail.com A esaurimento posti, le prenotazioni saranno chiuse.

 

Leggi il Resto »

I droni di FlyTop e gli approfondimenti tematici all’imminente Roma Drone Urbe

FlyTop alla terza edizione del Roma Drone Expo&Show: le ultime novità della produzione e gli approfondimenti tematici dedicati ai professionisti

flytop roma drone 2015

Confermata anche per quest’anno la presenza di FlyTop al Roma Drone Expo&Show 2016, terza edizione del grande Salone aeronautico nazionale sui droni. La manifestazione si svolgerà dal 13 al 15 maggio presso gli spazi dell’Aeroporto di Roma Urbe e sarà, come sempre, un’occasione per fare il punto sullo sviluppo di questo settore con i principali protagonisti della drone community italiana.

All’interno della manifestazione, FlyTop sarà presente con uno stand di 64 mq diviso in un’area espositiva e in una dedicata ai workshop.

Oltre ai prodotti attuali, sia ad ala fissa che multirotore con cui è possibile ottenere autorizzazioni/riconoscimenti ENAC, verranno presentati al pubblico il FlyFast 2.0 (l’APR ad ala fissa con caratteristiche inoffensive, progettato per rispondere a pieno all’art. 12 del Regolamento ENAC), il FlySmart 2.0 (la nuova versione del multirotore FlySmart più piccolo e più stabile, con maggiore autonomia e costo minore, con nuovo sensore da 20 MPx e dotato di tutti quegli accorgimenti che gli consentono di rispondere a pieno ai requisiti dell’art. 10 comma 5 del Regolamento ENAC, quindi operare in aree critiche) e il software PhotoFly, l’applicativo per il post-processing delle immagini acquisite tramite SAPR e la restituzione aerofotogrammetrica in stereoscopia.

Inoltre, un’importante novità che sarà lanciata in esclusiva durante la kermesse riguarderà la formula FlyRent per usufruire dei prodotti FlyTop con comode rate mensili.

flytop roma drone 2015_2

Nel corso dei tre giorni sono previsti alcuni workshop di approfondimento sui diversi impieghi professionali degli APR:

•             Mattina di venerdì 13 maggio - "Il rilievo aerofotogrammetrico da APR con l’integrazione del GPS e del laser scanner" a cura della Prof.ssa Donatella Dominici dell’Università degli studi dell’Aquila

•             Pomeriggio di venerdì 13 maggio - "Gli APR e la termografia" a cura dello staff FlyTop e con l’intervento Pagnanelli Risk Solutions Ltd

•             Mattina di sabato 14 maggio - "L’utilizzo degli APR nell’ambito dell’agricoltura di precisione" a cura Prof.ssa Paola D’Antonio, dell’Università Scientifica della Basilicata

•             Pomeriggio di sabato 14 maggio - "I principi dell’aerofotogrammetria e la modellazione 3D" a cura del Prof. Maurizio Minchilli dell’Università degli Studi di Sassari

•             Mattina di domenica 15 maggio - "Gli APR e l’archeologia aerea" a cura del Prof. Giuseppe Ceraudo dell’Università del Salento

Per partecipare è necessario prenotarsi prima contattando la segreteria FlyTop. Tutti i workshop hanno ottenuto il patrocinio del Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Roma, pertanto con la semplice frequenza sarà possibile conseguire per ciascun corso n. 1 credito formativo professionale, indipendentemente dal Collegio di appartenenza.

Il costo del biglietto d’ingresso a “Roma Drone Expo&Show 2016” è di 10 euro. La giornata di venerdì 13 maggio è riservata alle istituzioni, ai professionisti e alla stampa, mentre il weekend del 14-15 maggio è aperto anche al pubblico. Maggiori informazioni sul sito www.flytop.it

Leggi il Resto »

FPV Drone Racing: a Roma Drone 2016 nuovi mini racers e approfondimenti su regolamenti

Raduno e convention di appassionati di FPV Drone Racing, presentazione di nuovi mini droni da gara ma anche approfondimenti su normative e regolamenti di questa nuova disciplina aeromodellistica grazie alla presenza dell’ Aero Club d’Italia. Tutto questo al Roma Drone Expo&Show 2016 che prenderà il via la settimana prossima

roma drone fpv drone racing

Prende il via a Roma un nuovo sport per gli amanti della velocità e del volo: si chiama “FPV Drone Racing” e vede piccoli e potentissimi droni gareggiare tra ostacoli e percorsi mozzafiato. Queste gare tra mini-droni stanno suscitando un grande interesse in tutto il mondo.

Domenica 15 maggio tutti gli appassionati italiani si riuniranno per la prima volta a Roma per la “FPV Drone Racing Convention”. Questo evento si svolgerà nell’ambito di “Roma Drone Expo&Show 2016”, il Salone aeronautico nazionale sui droni, ospitato sull’Aeroporto di Roma Urbe. Sarà sponsorizzato da Italdron Racing Team e Woop Motion Store.

Durante l’incontro, l’Aero Club d’Italia presenterà il Regolamento adottato dalla Fédération Aéronautique Internationale (FAI) per le gare ufficiali di “FPV Drone Racing”, che presto potranno dunque partire anche nel nostro Paese. Vi interverranno i maggiori esperti italiani, gli organizzatori delle future competizioni, le aziende costruttrici dei mini-droni, piloti e associazioni.

Tra l’altro, Italdron presenterà ufficialmente il suo team di gara e due nuovi velivoli da corsa: il “Kimera”, realizzato dall’azienda ravennate, e il “Vortex”, prodotto dalla ImmersionRC. Durante la Convention, saranno anche effettuati voli dimostrativi.

Nelle gare in FPV (First Person View, visione in prima persona), i mini-droni sono dotati di un particolare sistema di guida, grazie al quale i piloti possono vedere in diretta, su un monitor o con degli speciali video-occhiali, tutto ciò che vede il drone durante volo, proprio come se fossero a bordo. Grande risonanza mondiale ha avuto la gara “World Drone Prix”, svoltasi a Dubai a metà marzo, vinta dal 15enne britannico Luke Bannister, che si è aggiudicato un premio di ben 250mila dollari. A questa gara ha anche partecipato, unico italiano, il torinese Giuseppe Rinaldi.

“Le gare con mini-droni in FPV stanno suscitando grande interesse e si candidano ad affiancare sport motoristici molto più famosi, come la Formula 1 e la MotoGP”, spiega Luciano Castro, presidente di Roma Drone. “Per questo motivo, insieme all’Aero Club d’Italia, abbiamo voluto convocare questa prima Convention di tutti coloro che sono interessati a questa nuova disciplina sportiva aeronautica, in vista delle prime gare che nei prossimi mesi si potranno svolgere anche in Italia”.

Fervono i preparativi, intanto, per “Roma Drone Expo&Show 2016”. Esattamente tra dieci giorni, aprirà infatti i battenti sull’Aeroporto di Roma Urbe la terza edizione della più grande manifestazione italiana sui droni. E’ attesa la presenza di decine di espositori, con un gran numero di velivoli radiocomandati piccoli e grandi per usi professionali e sportivi.

In programma anche conferenze e meeting con i maggiori esperti, oltre ad esibizioni in volo di droni ad ala fissa e rotante.Il salone è organizzato dall’associazione Ifimedia e dalla società Mediarkè in collaborazione con l’Aero Club di Roma. Sponsor ufficiale è Italdron.

La giornata di venerdì 13 maggio sarà riservata ai professionisti interessati all’utilizzo dei droni, ai manager delle imprese, agli operatori, alle autorità e alla stampa. Sabato 14 e domenica 15 maggio, invece, l’ingresso sarà aperto anche al pubblico e agli appassionati. Costo del biglietto 10 euro, in prevendita su www.liveticket.it. News e aggiornamenti su www.expo.romadrone.it.

Leggi il Resto »

Due ragazzini recuperati dai tetti con l’aiuto di un drone

Un banale volo di un DJI Inspire 1 sui tetti di una cittadina inglese dimostra con semplicità ed immediatezza quanto possono essere utili e pratici i droni multirotori condotti da persone in regola con le normative quando non sono eccessivamente complicate da ottemperare  anche nel caso di droni impiegati in centro cittadino

ragazzini recuperati tetto drone

Due adolescenti sono stati redarguiti dopo che sono stati recuperati da un tetto a Gainsborough nella contea Inglese del Lincolnshire durante la festa per il  Bank Holiday, lunedi mattina. Il responsabile di un negozio ha sentito i rumori e segnalato la presenza di persone sul tetto chiamando i servizi di emergenza

Arrivati sul posto, gli agenti  sono stati assistiti dall’ operatore locale Kurnia Aerial Photography che ha usato un DJI Inspire 1 per individuare con precisione la posizione dei due ragazzini che evidentemente non volevano o non riuscivano a scendere. L’operatore che ha svolto l’operazione è autorizzato CAA ( l’authority aeronautica inglese equivalente alla nostra ENAC ) con i piloti in possesso dell’attestato BNUC-s e regolare assicurazione.

"Siamo immensamente grati a Michael, direttore Kurnia per la sua assistenza. I tetti nel centro della città sono un labirinto, ma le immagini catturate dal drone hanno permesso di individuare gli adolescenti e ha fatto sì che gli ufficiali non abbiano dovuto accedere al tetto per cercarli evitando così di correre dei rischi". ha detto l’ispettore capo Phil Vickers

Gli adolescenti sono stati portati in sicurezza a terra circa due ore più tardi, con l'aiuto di un’autoscala. La notizia è riportata direttamente dal sito della Polizia del Lincolnshire

Leggi il Resto »

03 maggio 2016

In Cina la Polizia usa i droni per il traffico pubblicando le foto delle infrazioni sugli schermi dell’autostrada

La polizia stradale cinese ha utilizzato un drone per beccare gli automobilisti indisciplinati che occupavano la corsia di emergenza  pubblicando le loro foto sui grandi pannelli informativi disposti lungo l’autostrada

cina polizia usa i droni per controllare traffico

Durante lo scorso weekend, allungato per via della festività May Day,  la polizia stradale cinese ha impiegato un drone per monitorare il traffico lungo un’autostrada nei pressi di Guangzhou a sud della Cina e per rilevare dall’alto le infrazioni al codice della strada.

image

Il drone, un quadricottero di medie dimensioni con telecamera che inviava le immagini a terra sulla ground station degli agenti, ha permesso di rilevare ben 603 casi di utilizzo non consentito della corsia di emergenza in nemmeno un giorno.

CHINA-GUANGDONG-TRAFFIC POLICE-DRONE (CN)

Ma la cosa veramente curiosa è che le foto delle trasgressioni venivano immediatamente trasmesse sui grandi schermi informativi installati lungo l’autostrada, una sorta di pubblica gogna.

CHINA-GUANGDONG-TRAFFIC POLICE-DRONE (CN)

Fonti: XinhuanetChrienglish

Leggi il Resto »

FLIR annuncia la Vue Pro R, termocamera radiometrica per droni

Determinare a distanza  la temperatura precisa degli oggetti è una caratteristica molto richiesta da chi impiega le termocamere sui droni. La FLIR ha appena aggiunto alla famosa Vue Pro la capacità di scattare foto radiometriche

 

flir vue pro r radiometrica

La FLIR Systems ( NASDAQ:FLIR ) ha annunciato la nuova FLIR Vue™ Pro R l’ultima della serie delle termocamere pensate per essere utilizzate sui droni. La nuova Vue Pro R aggiunge l’importante funzione radiometrica alle camere termiche della famiglia Vue Pro, permettendo agli operatori di droni di salvare le fotografie per un analisi post volo e misurare con precisione la temperatura dei singoli pixel dell'immagine.

Video e immagini termiche radiometriche sono registrate su una micro SD card. “ Senza dubbio la caratteristica radiometrica è la più richiesta dagli operatori dei droni e noi l’abbiamo aggiunta alla Vue Pro R “ ha dichiarato Jeff Frank vice presidente della FLIR.

La Vue Pro R mantiene tutte le funzionalità del modello standard Vue Pro ma aggiunge la possibilità di scattare fotografie radiometriche calibrate che permettono di rilevare i dati di temperatura di ogni singolo pixel dell’immagine. Salvate in formato JPEG radiometrico, le fotografie possono essere importate nel FLIR Tools per un'analisi dettagliata.

foto radiometrica termocamera flir vue pro r

FLIR Tools, in download gratuito su FLIR.com, è un software che consente agli operatori di droni di regolare le impostazioni della termocamera, tra cui le emissioni di un oggetto, la temperatura del background, la distanza, l’umidità relativa, la sensibilità termica, così come assegnare varie palettes di colori per ogni immagine.

C’e’ anche un App per Android e iOS che collegandosi via Bluetooth facilita la configurazione senza dover collegare la camera termica ad un computer. La Vue Pro R ha un prezzo che parte da 2999$. Per ulteriori info: FLIR Vue Pro R

Leggi il Resto »

02 maggio 2016

Droni: in arrivo dalla DJI l’ E5000 propulsion system con eliche da 28’

Grandi eliche che girano lentamente in modo che siano più efficienti abbinate a motori a basso kv  aumentando così la capacità di payload ma anche l’autonomia di volo. La DJI ha annunciato l’arrivo del nuovo E5000 propulsion system con eliche da 28 pollici

dji e5000 propulsion system

Un’anteprima che ci arriva direttamente dai Labs della DJI. Il nuovo E5000 propulsion system è progettato per fornire più potenza ai sistemi multirotori per una serie di applicazioni.

I motori M10 montati su una tecnologia ad avvolgimento singolo garantiscono consistenza e stabilità ineguagliabile. Le eliche da 28 pollici 2880 sono fatte di Ultra Carbon Pro, un materiale composito avanzato che assicura una reazione veloce dei velivoli ai comandi di controllo, a prescindere dalla grandezza.

Una soluzione impermeabile avanzata rende il sistema perfetto per l’uso, persino in ambienti turbolenti e polverosi, mentre il sistema di raffreddamento integrato garantisce un funzionamento di alto livello anche durante estese operazioni. Daremo ulteriori info sull’ E5000 non appena disponibili

Leggi il Resto »

Fotografa il tuo DRONE e vinci

Dopo il successo dell’anno scorso torna al Roma Drone Expo&Show il concorso fotografico che ha per protagonista il drone. Le foto migliori pubblicate su METRO, premiazione domenica 15 maggio

concorso fotografico roma drone

Roma Drone Expo&Show e il quotidiano gratuito Metro lanciano “Metro Drone Challenge 2016”. Come partecipare? Semplice! Scatta una foto al tuo drone in volo, con lo sfondo che preferisci, ma che ne metta in luce le caratteristiche tecniche e la livrea. Rendi insomma protagonista il tuo drone (di tipo professionale o anche giocattolo) di uno scatto di grande effetto. Poi manda la foto a clubmetro@metroitaly.it. Una commissione di esperti selezionerà le immagini più belle, originali e simpatiche.

Gli autori saranno premiati durante il salone Roma Drone Expo&Show 2016, che si svolgerà sull’Aeroporto di Roma Urbe dal 13 al 15 maggio prossimi (www.expo.romadrone.it). Le foto migliori saranno anche pubblicate su Metro. L’iniziativa partirà domani 3 maggio: vai su www.metronews.it, entra nella sezione Club Metro, inscriviti o fai il log in e segui le istruzioni per partecipare al “Metro Drone Challenge 2016”!

Termine ultimo per l’invio delle immagini è giovedì 12 maggio. La premiazione avrà luogo domenica 15 maggio all’Aeroporto di Roma Urbe nell’ambito di Roma Drone Expo&Show 2016.

Leggi il Resto »

GALILEO è quasi pronto per aiutare i DRONI a volare

Per la fine dell’anno è programmata l’attivazione del sistema di posizionamento satellitare Europeo GALILEO con i primi servizi. Anche se con soli 18 satelliti dei 30 previsti, ne beneficeranno pure i droni. Ecco perchè

galileo droni

Quanti utilizzatori dei cosiddetti droni consumer e pro-sumer sarebbero in grado di volare con un quadricottero come il Phantom 4 se a bordo non ci fosse un ricevitore GPS con associate le relative funzioni di volo automatiche e di ausilio al pilotaggio come il mantenimento della posizione, l’ RTH e la modalità headless? Secondo noi molto pochi, infatti il boom dei droni pronti al volo si deve in larga parte alla facilità di pilotaggio da parte di chiunque garantite dalla presenza del GPS.

Il Global Position System americano è certamente il più famoso ma è solo uno  dei sistemi GNSS ( Global Navigation Satellite System ) attualmente esistenti. Oltre al citato NAVSTAR GPS, che conta 31 satelliti di cui 24 sempre attivi, molto conosciuto è il sistema Russo GLONASS, rinnovato dal 2012 e che conta almeno 24 satelliti attivi. Segue il Cinese BEIDOU2, con 16 satelliti in orbita dal 2012.

Anche l’Europa sta realizzando il suo sistema di posizionamento satellitare, si tratta di GALILEO un GNSS che nonostante i ritardi, i litigi tra Paesi aderenti e i costi molto superiori a quelli preventivati, sta per entrare in funzione. Dopo l’inconveniente dei satelliti 5 e 6 che nel 2014 si sono posizionati in un’orbita leggermente più bassa rispetto a quella prevista risultando solo parzialmente utili, i lanci sono proseguiti e venerdì’ scorso sono stati attivati i satelliti 11 e 12 che erano stati lanciati a fine dicembre.

Altri 2 satelliti dovrebbero essere lanciati entro questo mese dalla Guyana Francese da un vettore Soyuz e ben 4 satelliti saranno lanciati tutti assieme entro fine anno da un vettore Arianne. Il traguardo è quello  di avere 18 satelliti in orbita e soddisfare l’obiettivo posto dalla commissione europea di avviare ufficialmente l’operatività entro il 2016 con gli Initial Services cioè di fornire i primi servizi di posizionamento all’utenza, i segnali utili ai ricevitori compatibili GALILEO.

A piano completato la costellazione di  GALILEO sarà composta da 30 satelliti, 27 operativi e 3 di riserva. Tuttavia con l’avvio ufficiale dell’operatività IOC ( Initial Operational Capability ) prevista come detto entro fine anno, anche i droni con ricevitori compatibili GALILEO potranno beneficiarne,  soprattutto quando attorno avranno ostacoli naturali o edifici che schermano la ricezione dei satelliti più bassi sull’orizzonte o quando voleranno ( si spera autorizzati )  nei cosiddetti canyon urbani

L’ INTEROPERABILITA’ TRA SISTEMI GNSS DIVERSI

Tutto questo grazie all’interoperabilità che è quel principio per cui sistemi diversi di GNSS non interferiscono tra loro ma anzi collaborano. In questo modo se un ricevitore compatibile GPS e GLONASS riceve 5 satelliti da uno e 4 dall’altro, riesce ad utilizzarne 9 per il posizionamento come se appartenessero alla stessa costellazione.

GALILEO ha accordi di interoperabilità con il NAVSTAR GPS che a sua volta ha accordi con GLONASS, pertanto anche se nel 2017 ad avvio del servizio saranno ancora pochi i satelliti GALILEO visibili in un dato luogo e momento, grazie alla “fusione” dei satelliti il posizionamento sarà più accurato rispetto a quanto accade oggi.  Se poi si considera che esistono ricevitori compatibili GPS, GLONASS, GALILEO e BEIDOU si possono comprendere facilmente i benefici.

gps galileo interoperabilità

Sopra, una tabella che illustra l’accuratezza che si potrebbe raggiungere con diversi sistemi interoperabili tra loro.

Per questi motivi l’ attivazione di GALILEO a fine anno, anche se in fase IOC, comporterà grandi vantaggi per il volo dei droni equipaggiati di ricevitori multi GNSS

Leggi il Resto »

DJI e Peugeot presentano il Drone Film Festival

Droni e Cinema, un connubio sempre più stretto per coinvolgere lo spettatore con riprese avvincenti ed inedite. La Peugeot assieme alla DJI ha organizzato un concorso su questi temi.

Peugeot Drone Film Festival

Ciak, azione! La PEUGEOT Deutschland, in collaborazione con DJI e il Toscana Resort Castelfalfi, presenta il Drone Film Festival, un sogno futuristico che si materializza nell’incantevole paesaggio del Rinascimento italiano.

Dal 21 marzo al 30 settembre 2016, registi amatoriali e professionisti saranno invitati a inviare il proprio progetto nell’ambito di quattro categorie: paesaggio, narrativa, “Impress Yourself” e sport, il tutto rigorosamente girato dall’alto con un drone di DJI.

L’attrice e regista Marie Bäumer sceglierà il miglior film di ciascuna categoria per la pre-selezione al Filmfest München del prossimo giugno 2016. I 12 film migliori verranno premiati con un pacchetto di 3 giorni presso il Toscana Resort Castelfalfi in Italia, che include un corso per registi con DJI e un seminario di narrativa con Marie Bäumer. Per ulteriori informazion: PEUGEOT DRONE FILM FESTIVAL

Leggi il Resto »

30 aprile 2016

Drone modello Huajun U-FLY W606 FPV. Recensione e prova in volo ( Video )

I droni giocattolo cinesi si evolvono e cercano nuove strade per attirare l’interesse di consumatori sempre più esigenti, ma con molti compromessi per tenere bassi i prezzi. Abbiamo provato per voi l’ Huajun U-FLY W606

Drone giocattolo U-FLY W606

Ricordate il Lily Camera, il drone presentato a maggio dell’anno scorso (di cui non si è saputo più nulla ed è ancora in preorder ) che aveva attirato l’attenzione per il suo design e perchè seguiva riprendendo dall’alto chi indossava una sorta di bracciale con un tracker interno?

Il suo design aveva colpito nel segno tanto che è arrivata la versione drone giocattolo che tenta di replicare il Lily. Stiamo parlando del  HUAJUAN U-FLY W606-3 un quadricottero che abbiamo avuto occasione di provare grazie a GEARBEST

COSA C’E’ NELLA SCATOLA

Drone giocattolo U-FLY W606_2

Drone giocattolo U-FLY W606_4

All’interno della scatola oltre al quadricottero troviamo un monitor con ricevitore a 5.8Ghz integrato, il radiocomando a 2.4 Ghz, un paio di eliche di ricambio, il caricabatteria, il carrello di atterraggio, una schedina microSD da 4 GB, un adattatore USB della microSD e il manuale d’uso.

Drone giocattolo U-FLY W606_5

DESCRIZIONE

HUAJUN U FLY W606 è un quadricottero che pesa circa 600 grammi ed ha una distanza in diagonale motor to motor di 36cm, dimensioni molto simili a quelle del Phantom. I motori sono a spazzole, brushed,  il telaio è perfettamente simmetrico tanto che se non si monta il carrello è molto difficile capire in volo come è orientato durante l’hovering.

Drone giocattolo U-FLY W606_3

In compenso c’è un bell’effetto illuminante azzurro per la parte centrale e i due motori posteriori e luce bianca per quella anteriore. La cupola superiore è rivestita di materiale morbido al tatto, una specie di velluto.

Drone giocattolo U-FLY W606_6

Viene alimentato da una batteria a 2S da 1800 mAh  alloggiata all’interno del corpo centrale. Vicino c’è il tasto di accensione e l’alloggiamento della microSD Card da 4 GB fornita in dotazione

Drone giocattolo U-FLY W606_7

L’ UFLY W606 infatti registra in volo tutto ciò che riprende con la telecamerina da 2 Mpx installata frontalmente ed inclinata verso il basso per replicare esattamente l’aspetto del Lily. La batteria si ricarica tramite il connettore del bilanciamento.

Drone giocattolo U-FLY W606_10

Il radiocomando è molto spartano non ha neanche la descrizione dei tasti, così ci siamo dovuti stampare le etichette. Viene alimentato con le classiche batterie stilo da 1,5 volt. Il nostro era in MODE 2, con lo stick di sinistra che comanda il gas e lo yaw e quello destro il pitch e il roll. ( leggi anche: Imparare a pilotare un drone multirotore )

Sulla parte superiore frontale destra c’è lo switch per attivare la modalità headless che su questa classe di mezzi non funziona mai troppo bene. Nella parte inferiore il pulsante per fare i flip automatici e il tasto per il mantenimento dell’altezza grazie alla presenza di un barometro all’interno del quadricottero.

Drone giocattolo U-FLY W606_9

Nella parte posteriore destra c’è il pulsante per scattare le foto, se lo si preme brevemente, e per registrare il video se lo si tiene premuto per almeno 2 sec. Nella parte posteriore sinistra un analogo pulsante serve per decollare e atterrare automaticamente e per attivare l’ RTH, il ritorno al punto di decollo. Una funzione che come per l’headless è difficile che funzioni perfettamente perchè questo modello non ha il ricevitore GPS.

monitor 5_8Ghz

Discreta la qualità del monitor con ricevitore interno a 5.8Ghz analogico, pertanto senza latenza. E’ alimentato tramite un connettore dalle batterie del radiocomando. Non viene indicata la frequenza di funzionamento del video ma appena si accende il W606, sul piccolo monitor appaiono le immagini della micro telecamera frontale. L’utente non deve fare nulla oltre ad accendere i due dispositivi.

HUAJUAN U-FLY W606 Perchè Comprarlo

I punti forti di questo drone giocattolo sono sicuramente rappresentati dal design, la forma è particolare ed è bello da vedere soprattutto con le luci accese. Il quadricottero vola abbastanza bene anche se non eccelle e anche se ovviamente non ha il GPS e le funzioni automatiche associate. Tuttavia, dispone del controllo automatico dell’altezza una feature che in questa fascia di giocattoli rappresenta una novità. L’autonomia di volo è nella media, si aggira intorno agli 8-10 minuti.

Volendo ci si può divertire a stupire gli amici azionando il tasto dei flip automatici. Premendolo, il quadricottero compie una rotazione velocissima. Anche la prestazione della telecamerina, che può fare sia foto ( in basso un esempio ) che video, è nella media. Abbiamo apprezzato molto l’allarme della batteria a bordo del quadricottero. Quando la LiPo è scarica viene generato  dal radiocomando un beep oltre che ad essere segnalato dal lampeggio delle luci.  Nel complesso, il rapporto prezzo prestazioni è buono

PICT0016

HUAJUAN U-FLY W606 Perchè non Comprarlo

L’ U-FLY W606 vola in modo discreto ma risente un pò dell’inerzia datagli dal suo peso che i motori a spazzole fanno un pò fatica a portare in giro. Le inclinazioni massime sono limitate e se c’è vento forte può diventare un problema gestirlo. Ma i veri punti deboli di questo quadricottero sono quelli della telecamera fissa. E’ talmente inclinata verso il basso che durante i movimenti in avanti inquadra il terreno quasi perpendicolarmente.

Il radiocomando è molto spartano ed ha una portata di non più di 100metri contro i 200-300 dichiarati. Le cose vanno peggio per il segnale video, forse a causa della mancanza di un’ antenna esterna. Il range è di 30-40 metri, inoltre l’assenza di una schermatura dalla luce del sole ( sunshield )  rende praticamente impossibile vedere cosa si sta inquadrando. Il controllo automatico dell’altezza funziona bene ma quando è attivato non c’è modo di variare la quota con lo stick del gas. Insomma, se si cercano le prestazioni “pure” sul mercato si può trovare di meglio.

HUAJUAN U-FLY W606 QUANTO COSTA

U-FLY W606 si può acquistare a circa 80€ sullo store di Gearbest

HUAJUAN U-FLY W606 Prova in Volo

Leggi il Resto »

Al Roma Drone i Phantomisti per il primo raduno nazionale

Tra poco più di una settimana prenderà il via la più grande fiera Italiana sui droni. In programma il primo raduno nazionale dei possessori del DJI Phantom con un premio per la migliore personalizzazione.

raduno nazionale phantomisti

Dopo ferraristi e vespisti, cioè i piloti delle mitiche Ferrari e delle intramontabili Vespa, arrivano i “phantomisti”. In occasione della prossima edizione di “Roma Drone Expo&Show 2016”, prevista sull’Aeroporto di Roma Urbe dal 13 al 15 maggio, si svolgerà infatti il primo “Raduno nazionale dei Phantomisti”.

Il quadricottero prodotto dalla cinese DJI, nelle sue varie versioni, è infatti il drone più venduto al mondo. In Italia ne volano migliaia di esemplari, soprattutto per scopi amatoriali, ma anche per attività professionali, in particolare le videoriprese.  

“La grande diffusione dei droni Phantom in Italia rappresenta un vero fenomeno di costume, oltre che un grande successo di mercato”, ha spiegato Luciano Castro, presidente di Roma Drone, “ed è per questo motivo che abbiamo voluto convocare questo primo raduno dei ‘phantomisti’, imitando quanto viene fatto da sempre dai possessori di specifici modelli di auto o di moto”.

Il primo “Raduno nazionale dei Phantomisti” viene organizzato da “Roma Drone”, in collaborazione con DJI e con il rivenditore italiano HobbyHobby. I possessori di un Phantom che si presenteranno con il loro drone avranno un trattamento speciale in occasione della manifestazione romana: riceveranno un gadget esclusivo e potranno approfittare di un servizio di consulenza gratuito da parte di tecnici e piloti esperti di DJI e Elite Consulting, oltre a poter acquistare un nuovissimo Phantom 4 con un incredibile sconto.

“Roma Drone assegnerà anche un premio speciale al drone Phantom, di qualunque tipo e modello, con la livrea o con la customizzazione più cool e originale”, annuncia Castro. “Troppi droni tutti uguali volano oggi nei nostri cieli: è ora di iniziare a personalizzarli, così come avviene da sempre per le auto, le moto e anche per gli aeroplani”.

Il raduno è fissato per sabato 14 maggio, alle ore 16: nell’Auditorium della manifestazione all’Aeroporto dell’Urbe, i partecipanti potranno anche assistere al “DJI New Pilot Experience”, durante il quale saranno presentate le ultime novità DJI, a partire dal Phantom 4. La partecipazione al Raduno è libera e prevede solo il pagamento del biglietto d’ingresso a “Roma Drone” (10 euro).

Leggi il Resto »

29 aprile 2016

Il Drone e la Bici, muoversi a livelli: eviteremo gli incidenti ?

brumotti drone e la bici

E’ programmato per lunedì 9 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro San Babila di Milano ( Corso Venezia 2A ) il terzo appuntamento milanese con le “Lezioni sul progresso” organizzato da Fondazione TIM

In questa occasione l’incontro “IL DRONE E LA BICI, MUOVERSI A LIVELLI: EVITEREMO GLI INCIDENTI?” vedrà confrontarsi Paolo Santi, Ricercatore scientifico presso il Senseable City Lab del MIT e ricercatore capo presso il CNR, e Vittorio Brumotti, Campione del mondo di Bike Trial, detentore di 10 Guiness World Records  personaggio televisivo e, dall’anno scorso,  operatore riconosciuto ENAC per le operazioni non critiche ( leggi anche: Brumotti diventa operatore riconosciuto ENAC )

A moderare Natasha Stefanenko, ingegnere metallurgico, attrice e conduttrice TV.

L’ingresso è libero su prenotazione fino ad esaurimento posti. Per accreditarsi: telecomitaliapressoffice@telecomitalia.it

Leggi il Resto »