27 novembre 2014

La cultura della Safety: la Fondazione 8 Ottobre al Roma Drone Conference ( Video )


Il comparto aeronautico dei velivoli a pilotaggio remoto è dominato da competenze ingegneristiche e informatiche. Quanta cultura dell'aviazione c'è nel mondo dei droni civili?

Su questa domanda e su altri anelli della catena della sicurezza in ambito aeronautico era centrato l'intervento al Roma Drone Conference di Fabrizio S. Bovi, giornalista aerospaziale della Fondazione 8 Ottobre 2001, che  riproponiamo  nel video sottostante per coloro che non hanno potuto assistere alla conferenza.


Leggi il Resto »

In quali zone si può volare con i Droni? Pronto il sito CartografiaSAPR.it


CartogrofiaSAPR.it contiene una banca dati geografica che ha convertito le regole tecniche del regolamento ENAC associate alle prescrizioni ENAV in mappe navigabili on line tramite webgis. Il sistema informativo è ancora in versione beta, si stanno integrando i NOTAM Nazionali ed i siti industriali a rischio. Previa registrazione sarà possibile accedere al webgis con tutte le funzionalità attivate fino ad ora.  L'invito, aperto a tutti, è quello di commentare ed inviare suggerimenti e possibili nuove funzioni scrivendo a commerciale@iptsat.com

Tecnologia

Il webgis, basato sulla tecnologia Arcgis Server Enterprise, utilizza base dati certificate e disponibili fra cui limiti amministrativi ISTAT, Cartografia Open Street Map, Cartografie tematizzate del regolamento Enac sugli APR art.8 comma 5, art 16 comma, cartografia Open AIP e AIP di ENAV, nonché Uso suolo, DEM srtm 30, Elenco Impianti Pericolosi, NOTAM.

Chi è Iptsat 

Iptsat è da anni impegnata nello sviluppo di soluzioni per la gestione ed il monitoraggio del territorio e dell'ambiente attraverso l'interazione con la pubblica amministrazione, i centri di ricerca, le università ed i professionisti del territorio, fornendo alta professionalità su tutti gli aspetti legati all'utilizzo delle tecnologie geospaziali (telerilevamento da satellite, gis, banche dati, cartografie.) e proponendo soluzioni ad alto valore aggiunto.
Leggi il Resto »

Era l' Anteos di Aermatica, il drone usato da Sky per le riprese aeree del derby Milan-Inter



Domenica scorsa allo stadio Meazza di Milano è andato in scena il derby Milan - Inter, incontro poi conclusosi con un pareggio. Per l'occasione, e per rendere ancora più spettacolare l'evento, Sky Sport aveva pensato di effettuare delle riprese aeree con un drone trovandosi però di fronte allo scoglio del regolamento ENAC sui mezzi aerei a pilotaggio remoto.


Per questo motivo la SKY ha scelto di rivolgersi ad Aermatica, azienda italiana leader nel settore dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto e la prima ad essere autorizzata ad operare in contesti urbani e industriali, le cosiddette aree critiche secondo il regolamento, ( leggi anche: Aermatica autorizzata a volare in ambienti industriali e urbani con Anteos ) incaricandola ad effettuare riprese aeree nelle ore precedenti all'inizio della partita.

Aermatica ha richiesto e ottenuto dall’Aviazione Civile l’autorizzazione per il volo e, con il suo drone Anteos (ndr: farfalla in greco), ha effettuato le riprese nei pressi dello stadio Meazza. Anteos ha girato immagini in HD in movimento e in hovering, cioè in volo stazionario, e producendo delle immagini ad altissima qualità, montate da SKY e trasmesse in tempi rapidissimi, sia sui telegiornali sportivi di Sky Tg 24 che durante Sky Calcio Show.

LE RIPRESE AEREE DELL'ANTEOS DELLO STADIO MEAZZA



Leggi il Resto »

Droni made in GoPro nel 2015 ?


Un articolo del Wall Street Journal rivela che la casa che ha dato alla luce l' action cam più famosa del mondo, la GoPro, sta progettando di entrare nel mondo dei piccoli droni ad uso civile producendo un multirotore con integrata una camera ad alta definizione. Ancora poche le informazioni, si rumoreggia che la fascia di prezzo sarà tra i 500 e i 1000$ e che l'uscita sul mercato è prevista per la seconda metà del 2015. 

Con questa mossa la casa americana si pone in concorrenza diretta con la DJI Innovations, in particolare nella fascia del Phantom 2, e con la Walkera che, oltre a produrre il quadricottero X350PRO, l'esacottero TALI H500 e il nuovo quadricottero SCOUT X4-X8, tutti basati su autopilota APM ad 8 bit, produce la iLook+, l' action cam rivale della GoPro Hero 3+

PRODUTTORI DI GENERI DIVERSI CHE CONVERGONO SUL " DRONE " 
Si assiste quindi ad una convergenza multibrand: se la DJI, nata come costruttrice di droni, con il Phantom 2 Vision+ e con il nuovo Inspire integra la videocamera, i produttori di videocamere integrano il drone. Infatti, oltre alla GoPro anche la Sony, ad Agosto, aveva annunciato lo sviluppo di un proprio mezzo a pilotaggio remoto.


Leggi il Resto »

Droni: anche in Italia il corso standard per Piloti " BNUC-S"


EUROUSC-ITALIA ORGANIZZA A ROMA IL PRIMO CICLO DI LEZIONI TEORICHE

Si chiama “Basic National UAS Certificate - Standard” (BNUC-S) ed è il corso standard per la formazione dei piloti di droni in uso in Gran Bretagna e riconosciuto in molti Paesi del mondo. Ora questo speciale corso sbarca anche in Italia, complice l’esplosione della “drone-mania” che ha investito tutta la penisola L’iniziativa è di EuroUSC-Italia, la nuova società nata a Roma da una joint-venture tra British EuroUSC e Deep Blue, che ha importato da oltremanica questo particolare standard di corso per consentire ai piloti dei cosiddetti Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR), con massa inferiore ai 25 kg, di ottenere l’accreditamento o la competenza necessaria per guidare questi mezzi in tutta sicurezza e legalità. Il primo corso teorico BNUC-S si svolgerà a Roma, in lingua inglese, nei giorni 16 e 17 dicembre prossimi. Informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione sono disponibili nel sito www.eurousc-italia.it

Il corso BNUC-S si compone di due parti, una teoria e una pratica, per ottenere una formazione a 360 gradi. La prima fase si compone di due giornate di lezioni in aula, con un insegnante che accompagna gli aspiranti piloti nell’apprendimento e nella comprensione delle varie normative, dedicando particolare attenzione al regolamento e alle circolari emanate dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), oltre che agli altri requisiti legali dell'operatore. A questo primo step, fa seguito una seconda fase, che prevede una prova sul campo, un vero e proprio “flight test”, durante il quale il candidato deve dimostrarsi capace di guidare il suo drone con sicurezza, padronanza del mezzo e piena consapevolezza delle procedure da seguire in caso di emergenza. Dopo questo primo corso, EuroUSC-Italia prevede di organizzarne altri nel 2015: Roma (27-28 gennaio), Napoli (25-26 febbraio e 22-23 settembre), Bologna (25-26 marzo), Firenze (22-23 aprile), Milano (20-21 maggio) e Brindisi (24-25 giugno). I corsi saranno presentati in occasione della prossima “Roma Drone Conference”, che si svolgerà il 19 dicembre a Roma.

“Il corso BNUC-S non solo fornisce le conoscenze teoriche necessarie ai piloti di piccoli droni, ma li mette anche in grado di compilare il manuale per le operazioni, presupposto essenziale per i rapporti con ENAC e con gli assicuratori”, ha dichiarato Filippo Tomasello, direttore tecnico di EuroUSC-Italia. “Con i corsi organizzati in tutta Italia, infatti, la nostra società intende diffondere attivamente l’utilizzo dello standard BNUC-S da parte di costruttori, operatori e scuole di volo, fornendo un sostegno professionale e competente per entrare in questo mondo con un’attestazione formalmente riconosciuta da diverse Autorità dell’Aviazione Civile a livello europeo e mondiale, ad esempio in Gran Bretagna, Irlanda, Belgio, Olanda, Malta e Hong Kong”.

Il corso BNUC-S si rivolge non solo ai piloti che hanno già esperienza pratica che e desiderano diventare operatori, ma anche a coloro che, senza alcuna conoscenza pregressa, hanno deciso di avventurarsi nell’utilizzo di queste nuove tecnologie, fiutando la possibilità di accedere ad un mercato in sicura espansione. I droni stanno certamente aprendo l’orizzonte ad affascinanti e inaspettate prospettive futuriste: le variegate e molteplici funzionalità di questi sistemi a pilotaggio remoto, infatti, consentono loro di essere impiegati nei campi più diversi, dalla semplice attività ludica alla fotografia, dal cinema ai rilevamenti fotogrammetrici fino all’agricoltura di precisione.
Leggi il Resto »

Droni: è GeoSkyLab la prima organizzazione consulente riconosciuta ENAC



E' la società bergamasca GeoSkyLab S.r.l. ( ha sede a Dalmine ) a potersi fregiare del titolo di prima realtà di consulenza in Italia, sul mondo dei mezzi aerei a pilotaggio remoto, ufficialmente riconosciuta dall' ENAC.

Questo riconoscimento consente a GeoSkyLab di effettuare la gestione e la conduzione delle prove in volo, la preparazione del report conclusivo, l'analisi del rischio e idoneità del mezzo alle operazioni non critiche. Inoltre predisposizione del Manuale di Volo, Manuale Operativo e Manuale di Manutenzione, oltre a tutta la documentazione tecnica necessaria per condurre il riconoscimento degli operatori professionali.

Diventare Operatore SAPR comporta una serie di scelte e percorsi che possono risultare molto difficili, soprattutto se non si dispone di un'adeguata esperienza e di un background aeronautico. La scelta del Mezzo Aereo a Pilotaggio remoto, il tipo di Operazioni, la procedura per ottenere l'autorizzazione ENAC, la valutazione del Rischio, l'addestramento dei Piloti, la manutenzione dei velivoli, sono tra gli aspetti che devono essere valutati prima di intraprendere un percorso professionale come Operatore SAPR.

Questo importante riconoscimento si aggiunge a quello di Organizzazione d'Addestramento per piloti dei Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto.

GeoSkyLab S.r.l. è costituita da un Team di professionisti provenienti dall'aviazione commerciale in grado di supportare ogni fase del processo per diventare un Operatore SAPR. Per maggiori informazioni: info@geoskylab.com

Leggi il Resto »

26 novembre 2014

Droni: per la prima volta un corso in Sicilia per l'attestato teorico pilota di SAPR riconosciuto ENAC



La collaborazione tra la siciliana Naturaltech e la scuola di volo Ravennate Ali di Classe, organizzazione di addestramento riconosciuta ENAC, permetterà di colmare la lacuna della mancanza di scuole di volo in Sicilia tramite un corso per la formazione teorica di Piloti di SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) che si terrà dal 19 al 21 Dicembre a Catania presso Le Dune Sicily Hotel in Viale Kennedy 10/B – lungomare Plaja. 

Naturaltech, organizzatrice del corso,  ha deciso di promuovere la formazione dei Piloti in Sicilia e per questo ha deciso di proporre un prezzo particolarmente conveniente. Il prezzo del corso è pertanto di € 450.00 (+ IVA) per le 4 giornate di lezione e l'esame. Le iscrizioni si chiuderanno il 5 Dicembre

Le informazioni dettagliate sul contenuto del corso e sugli insegnanti sono reperibili nel sito: https://sites.google.com/site/scuolapilotadroni/ Per le informazioni sul programma del corso di Catania e il modulo di iscrizione: http://www.naturaltech.it/formazione/i-nostri-corsi/piloti-sapr/
Leggi il Resto »

Droni, accordo con l'Aeronautica Militare: Polizia di Stato e Carabinieri potranno usare il Predator per le loro attività


E' stato siglato circa un'ora fa, a Palazzo Aeronautica a Roma, un accordo che consentirà all'Arma dei Carabinieri ed alla Polizia di Stato di poter utilizzare i famosi Predator dell' Aeronautica Militare nell'ambito delle proprie attività istituzionali, come le attività investigative e il contrasto alla criminalità organizzata.

I protocolli d’intesa, frutto di una sinergia e di un processo di analisi già in atto tra comparti della Pubblica Amministrazione, sono stati firmati dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Gen. S.A. Pasquale PREZIOSA, rispettivamente con il Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Alessandro PANSA, e con il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Leonardo GALLITELLI.
Leggi il Resto »

Un drone sorvola Chernobyl a 28 anni dalla tragedia radioattiva


Sono passati 28 anni dal 26 Aprile 1986 quando il reattore N.4 della centrale nucleare di Chernobyl in Ucraina, allora facente parte dell' Unione Sovietica, è esploso creando quello che è stato considerato come il peggior disastro nucleare che il mondo abbia mai visto assieme all'incidente della centrale atomica di Fukushima del 2011. L'esplosione ha rilasciato una ricaduta 400 volte più radioattiva della bomba di Hiroshima, contaminando più di 200.000 km quadrati d'Europa, con nubi radiottive che trasportate dal vento hanno colpito anche l' Italia in maniera marginale. 

Danny Cook all'inizio di quest'anno è riuscito ad ottenere i permessi per entrare nella zona interdetta con tuta antiradioattiva e contatore geiger. Tramite un quadricottero DJI Phantom 2 equipaggiato con una GoPro Hero 3+, ha sorvolato i resti della città di Prypiat a poca distanza dalla centrale. Il girato, integrato con riprese a terra effettuate con una Canon 7D, è stato utilizzato per un reportage della CBSNEWS

LA  VIDEO " CARTOLINA" DA PRIPYAT


Leggi il Resto »

25 novembre 2014

I Droni dell' I.I.S. E.Majorana di Avezzano al JOB&Orienta di Verona


Il progetto MCAS premiato dal MIUR con la partecipazione alla mostra-evento.

Alcuni ragazzi della classe 5° A, Elettrotecnica ed il loro insegnante Carlo Maria Seritti, responsabile del progetto MCAS (anticollisione per multicotteri), hanno partecipato alla mostra convegno a Verona, quali vincitori del concorso indetto dal Ministero dell’Istruzione per la categoria Fundraising, insieme ad altre scuole provenienti da tutta Italia e dall’estero. La classe e l’insegnante fanno squadra, già da un anno, con Gianfranco Valeri della Micron Semiconductor e sono coordinati del Site Manager Micron di Avezzano, Claudio Mari.

Giunto alla 24esima edizione JOB&Orienta è il più grande salone nazionale sull’orientamento, scuola, formazione e lavoro. La mostra-convegno si pone come luogo d’incontro privilegiato tra il visitatore e il mondo del lavoro, della scuola e della formazione, con informazioni ed eventi utili all’orientamento dei giovani.

Durante lo svolgimento del Salone è stato posto in essere un fitto calendario di appuntamenti culturali tra convegni e dibattiti, incontri e seminari, alla presenza di autorevoli esponenti del mondo dell’economia, della politica e dell’imprenditoria, destinati sia agli addetti ai lavori che ai giovani e alle famiglie. Ha aperto i lavori il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini che era accompagnata da altre autorità tra cui il Presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi. Erano presenti anche i rappresentanti dei Ministeri dell’Istruzione di molti paesi europei.

Il prof. Carlo Maria Seritti, che è il docente responsabile del progetto, è appena tornato da Verona insieme con gli alunni Simone Palluzzi, Mauro Del Manzo e Vladi Georgiev.

“Abbiamo deciso di intervenire al Job perché, attraverso questo importante appuntamento, avremmo potuto avere la possibilità di condividere le nostre positive e significative esperienze con tutto il mondo della formazione e dell’orientamento italiano, una vetrina di risonanza anche internazionale. C’è stata fornita l'opportunità di vivere una consapevolezza formativa di grande rilievo che ha permesso di incrociare le conoscenze personali con quelle dei colleghi di altre scuole con l'opportunità di comprendere direttamente diverse esperienze scolastiche, spesso legate al territorio di appartenenza. La nostra esperienza è stata significativa ed ha suscitato molto interesse, sia riguardo i mezzi aerei che la collaborazione con la Micron per il sistema anticollisione. Molti visitatori ci hanno chiesto spiegazioni e chiarimenti anche riguardo le problematiche di assemblaggio e funzionamento. Sono rimasti entusiasti e colpiti dalla realtà organizzativa e sperimentale della nostra scuola, incoraggiandoci a proseguire. Quindi alla domanda “è convenuto andare al Job?”, noi rispondiamo di sì perché è il posto giusto per trovare risposte, acquisire esperienze e magari prendere decisioni e nuovi orientamenti. Non sono mancati, inoltre, laboratori, presentazioni e vivaci momenti di animazione che ci hanno coinvolto attivamente” Ha dichiarato il docente della scuola di Avezzano

Il Sottosegretario Toccafondi a colloquio con i ragazzi e l'insegnante

Il Sottosegretario all’Istruzione Gabriele Toccafondi si è intrattenuto a colloquio con l’insegnante ed i ragazzi e si è interessato molto sia al progetto che alla collaborazione della scuola con la Micron, ponendo numerose domande e promettendo la sua possibile partecipazione a giugno 2015, a scuola, per assistere al collaudo del progetto MCASS, insieme ai responsabili della Micron Semiconductors.

" Il responsabile della protezione civile del Nord-Est D. B. è venuto a trovarci e si è congratulato per il nostro progetto che ha apprezzato molto e del quale avrebbe avuto necessità, in alcuni interventi. Ci ha assicurato che ci interpellerà per seguirne gli sviluppi; saremo presto contattati dai tecnici del reparto operativo volo di Verona per vedere come implementarlo sui loro mezzi." Ha aggiunto il prof. Seritti.

Il Job è un’occasione da non perdere per discutere, trovare soluzioni e percorsi formativi nuovi in Italia, in grado di incentivare la collaborazione tra scuola e mondo del lavoro, per poter finalmente arginare la disoccupazione giovanile e concorrere a far crescere il nostro Paese.



Leggi il Resto »

Droni: focus sulla Jarus alla conferenza RPAS CivOps 2014


Dal 2 al 4 Dicembre a Bruxelles si terrà la conferenza sui mezzi aerei a pilotaggio remoto ( RPAS - in Italia SAPR ) dedicati alle operazioni civili. 

RPAS CivOps è una conferenza internazionale per gli operatori dei cosiddetti Droni che si concentra sulla tabella di marcia della Commissione Europea, sulle questioni di regolamentazione nazionali e europee , sulle problematiche delle operazioni civili, sui colli di bottiglia normativi attuali , sui requisiti tecnici e prestazionali, sulle esigenze degli operatori che svolgono lavoro aereo e molto altro.  Numerose  Tavole rotonde permetteranno un'interazione attiva tra i membri del gruppo e il pubblico.  

In questa occasione la conferenza sarà principalmente dedicata alla JARUS riconoscendone l'estrema importanza per la determinazione delle future regole europee sui SAPR.  JARUS è l'acronimo (Joint Authorities for Rulemaking on Unmanned Systems) che denomina il gruppo composto dalle autorità delle varie nazioni che ha la finalità di armonizzare le regole sui mezzi aerei a pilotaggio remoto. La JARUS sviluppa requisiti armonizzati su tematiche diverse come: licenza di pilota RPL, C2 link & RCP, equipaggiamenti, aeronavigabilità e molto altro.

Per ulteriori informazioni su questo importante appuntamento:
Leggi il Resto »

24 novembre 2014

Nessun allarme per un Phantom 2 trovato vicino al consolato USA a Firenze


Sabato pomeriggio il ritrovamento di un quadricottero Phantom 2 a qualche centinaio di metri dal consolato americano a Firenze ha destato qualche preoccupazione. Secondo le prime indagini, il drone quadricottero della DJI è decollato dalla periferia della città dirigendosi verso le Cascine per poi atterrare in via Magenta a Firenze. Si escludono intenti terroristici o perlustrativi in quando all'interno della sdcard della GoPro Hero 4 utilizzata per le riprese non sono state rinvenute immagini aeree del consolato. 

Probabilmente il pilota ha perso il controllo del piccolo drone, o ha subito un cosiddetto fly away, e l'atterraggio è stato effettuato automaticamente dall'autopilota di bordo a seguito dell'esaurimento della batteria. Tuttavia, la Questura sta cercando di risalire al proprietario del quadricottero per verificare il possesso delle relative autorizzazioni per il sorvolo di aree urbane, come prevede il regolamento ENAC sui mezzi aerei a pilotaggio remoto, in caso contrario scatterà una denuncia.

Leggi il Resto »

Micro Droni: che Passione !


La nuova frontiera del divertimento

di: Jacopo di Florio

Mentre i Droni per uso professionale sono sempre piu diffusi e conosciuti a tutti, c'è un settore che sta riscuotendo un enorme successo ed è quello dei Micro Droni da FPV. Questi mezzi, grazie ad un sistema di pilotaggio con trasmissione video a terra che da l'impressione di essere On Board noto ai piu pratici con il termine FPV (First Person View) e anche grazie alle ristrette dimensioni, circa 250 mm sulla diagonale da motore a motore per un peso complessivo di piu o meno 500g, sono in grado di infilarsi praticamente ovunque.

L'FPV è una pratica che si svolge da diverso tempo, ma da quando i micro droni hanno fatto il loro ingresso nel mercato si è formato un abbinamento estremamente coinvolgente. Questi piccoli mostri con i setup piu spinti sono in grado di toccare tranquillamente i 130 km/h diventando dei veri e propri bolidi da corsa. La sensazione alla guida è incredibile, grazie anche a dei supporti ottici che si indossano come occhiali, si ha l'impressione di essere immersi nel volo.

Le caratteristiche di questi mezzi, li rendono particolarmente adatti a fare la corsa ad ostacoli, con slalom, passaggi radenti e veloci cambi di direzione. Qualcuno ha pensato bene di ricreare circuiti ad HOC in stile RedBull Air Race dove svolgere gare con amici e appassionati del settore, dal divertimento assicurato. 

Proprio in questi giorni, si sta tentando di organizzare un primo evento internazionale in Primavera in Austria che riunisce gli appassionati da tutta Europa. Anche in Italia per l'evento del Dronexpo che si svolgerà a Bergamo il 16 e 17 Gennaio, è stata messa a disposizione una voliera recintata indoor di 7000 m2 esclusivamente per il FPV Multirotor Racing (nome tecnico di questa nuova disciplina).

Circuito del raduno europeo

Gli allenamenti personali vengono effettuati in aeree a bassissima densità abitativa, ricordiamo che anche se sembrano dei giocattoli sono comunque pericolosi per voi stessi e chi vi circonda, soprattutto se si è inesperti e un occhio alla sicurezza è d'obbligo. Solitamente si prediligono boschetti, parchi o grandi piazzali, creare degli ostacoli artificiali per l'allenamento è semplicissimo anche li dove non ci sono.

Quanto costa? Dove si vende? E' difficile?

Sono le domande più frequenti di chi si vuole avvicinare ai micro e mini droni. Esistono migliaia di combinazioni e non è possibile dare una risposta secca ed esauriente, nei prossimi giorni metteremo a disposizione alcune guide per dare la possibilità di cominciare a chiunque lo desidera, con setup gia collaudati ed Entry Level.

Intanto alcuni marchi stanno gia spingendo in questa direzione per fornire agli utenti modelli pronti al volo, proprio per chi vuole poche rogne, non è molto pratico e desidera andare in volo nel minor tempo possibile, come il Gemini TBS 

Altre realtà meno RTF ( Ready To Fly ) ma di gran lunga piu blasonate, ce le forniscono Lumenier con il QAV250 commercializzato da GETFPV  e BlackOut con il Mini H che si trova attualmente in sconto.

Se invece si vuole procedere ad una costruzione “fai da te”, sul forum del Barone Rosso c'è una guida riassuntiva delle componentistiche che offre il mercato, un approccio sicuramente piu ostico se si è agli inizi ma che permette di risparmiare qualche soldo in piu.

Vi lasciamo con l'incredibile allenamento di uno dei piu bravi piloti al mondo di FPV Racing, il suo nome è Charpu ed è gia una leggenda!


Leggi il Resto »

Un drone per salvare i lavavetri

Ecco un'altra delle innumerevoli applicazioni in cui possono essere utilizzati i piccoli droni multirotori. All'inizio di questo mese ad Abu Dhabi un uomo impegnato nel lavare i vetri di un grattacielo è rimasto bloccato al decimo piano per un guasto alla piattaforma che si è fermata inclinandosi da un lato.

In soccorso è arrivato un quadricottero " multimediale " della Polizia che, tramite dispositivi installati a bordo come un microfono ed un altoparlante, ha riportato alla calma l'individuo che preso dal panico intendeva entrare da qualche finestra mettendo in serio pericolo la sua vita.

Riportata la calma, un ispezione effettuata con la telecamera installata sul drone ha consentito di individuare il guasto e di istruire il lavavetri su come risolvere il problema in sicurezza riportando in funzione la piattaforma.
[ Via: 7daysindubai ]
Leggi il Resto »

22 novembre 2014

Agricoltura con i Droni: trasformare una macchina fotografica per rilevare l'indice di vigore della vegetazione NDVI


Un ambito di utilizzo che vede i droni sempre più protagonisti è quello dell'agricoltura di precisione. In particolare, tramite il sorvolo a bassa quota delle coltivazioni scattando strisciate fotografiche con un apposito sensore, è possibile rilevare l'indice di vigore delle piante, NDVI, e determinare con precisione le zone della coltivazione in cui c'è bisogno di un intervento fitosanitario, di una modifica del regime di irrigazione e/o di altre azioni agricole.

Interventi mirati che permettono di non disperdere trattamenti ed energie. L' indice NDVI ( Normalized Difference Vegetation Index ) è basato sul principio delle foglie delle piante che riflettono la luce solare nello spettro dell'infrarosso vicino al visibile. Sensori in grado di catturare queste emissioni sono presenti in ogni macchina fotografica, tuttavia lo spettro infrarosso viene filtrato e al CCD arriva solo la parte dello spettro visibile. 

Modificare una Canon PowerShot S95 per rilevare le emissioni infrarosse delle piante

Da qualche tempo esistono in commercio kit in cui all'interno è presente un filtro da sostituire al filtro originale della macchina fotografica per trasformarla in un dispositivo che, installato a bordo di un drone, consente di rilevare le emissioni sull'infrarosso delle piante e ricavare l' indice NDVI. Nel video seguente viene illustrato come modificare una Canon Powershot S95 utilizzando il kit della publiclab.org. 

 E' un operazione da effettuare con calma e che richiede una certa specializzazione ed attitudine manuale per non rischiare di rendere inservibile la macchina fotografica. L'operazione è irreversibile, una volta sostituito il filtro le fotografie ottenute non saranno più quelle di prima...



Leggi il Resto »

21 novembre 2014

Bebop, i video tutorial della Parrot sul nuovo mini drone dalle caratteristiche sorprendenti


Il Bebop della Parrot è un mini quadricottero dalle caratteristiche avanzate e per certi versi innovative.  Può sicuramente considerarsi un evoluzione dell' AR Drone 2.0, disponendo di una telecamera frontale ad alta definizione stabilizzata elettronicamente con risultati simili a quelli ottenuti da un gimbal brushless.

Le minime dimensioni e le funzionalità di volo tali da renderlo un vero proprio mini drone con la possibilità di settaggi sofisticati come la regolazione della velocità di salita / discesa, l'angolo di inclinazione massima, la velocità di rotazione, l'atterraggio e il decollo automatico, la navigazione a waypoint grazie al GPS integrato, la ricezione del video in streaming con la gestione dell'inquadratura, la telemetria e molto altro, il tutto gestibile da uno smartphone / tablet Android o iOS, pongono il nuovo quadricottero della Parrot ai vertici della categoria per quanto riguarda il rapporto prezzo / prestazioni.

La Parrot ha pubblicato da poche ore tre video tutorial in cui si comprendono bene le grandi potenzialità del Bebop anche considerando il peso di soli 380 grammi senza carena e di 400 con la carena.




Leggi il Resto »

20 novembre 2014

Droni, come volare nelle zone consentite pianificando le missioni con Altersense


Pianificazione Missioni: Strumento per riconoscere quando una missione è critica. Da quando è entrato in vigore il nuovo regolamento Enac per il volo dei SAPR e degli Aeromodelli, le domande della stragrande maggioranza degli Operatori professionali sono le seguenti: 
  • Come districarsi nel mare di vincoli e regole che il nuovo regolamento chiede di rispettare? 
  • Come riuscire ad accertarsi in modo semplice rapido ed efficace della possibilità di effettuare un volo operativo nel rispetto delle regole? 
  • Come pianificare la propria missione PRIMA di intraprenderla, modificandola o riprogrammandola, in caso di vincoli e limiti nell'area di volo?”
A tutte queste domande risponde il Nuovo sistema per Pianificazione Missioni di volo SAPR di ALTERSENSE, sviluppato in collaborazione con la Scuola di Volo per Piloti SAPR “Ali di Classe”.

Pianificazione Missioni SAPR http://pianificazionemissioni.altersense.it è un servizio in grado di fornire all'operatore una serie di banche dati con informazioni necessarie alla pianificazione delle missioni in ottemperanza al vigente regolamento ENAC. L'ing. Andrea Fanelli ci spiega come funziona.


Scorrendo la mappa a colpo d'occhio si ha gia una prima impressione di quelle che sono le aree off limits, per poi entrare nel dettaglio dal momento che si decide di pianificare una missione, il tutto in maniera estremamente semplice: basta creare una nuova missione, individuare l'area in cui si intende operare tramite mappa oppure tramite ricerca per comuni, ad esempio, e con una serie di semplici passaggi si ottengono i dati di tutte le interferenze che ci sono in un primo raggio (V70) di 200 metri, un secondo (V150) di 500 metri ed infine un raggio esteso di 1000 metri che però non appare disegnato, al contrario dei primi due.

A questo punto una finestra ci dirà tutte le criticità del punto stabilito, come ad esempio CTR, ATZ, Aeroporti, Zone urbanizzate, industriali e similari, densità di popolazione secondo dati Istat ufficiali e molti altri dati. Una volta reperiti i dati, basta incrociarli con le caratteristiche del mezzo che in base alle limitazioni determinano la rischiosità della missione.

Per richiedere le credenziali per accedere, informazioni e segnalazioni scrivere a info@altersense.it Una coppia di credenziali Username/Password sarà inviata su richiesta degli interessati per permettere di testare e valutare le funzionalità del servizio prima del rilascio pubblico che avverrà tra pochi giorni. In alternativa è sufficiente andare su Altersense e inserire il nome utente DemoAltersense e la password testtesttest. Il sistema è ora in fase di test finale, successivamente sarà rilasciata la versione finale che prevederà un piccolo canone a fronte dei costi dei server necessari e della manutenzione. 


La lista delle principali fonti di dati utilizzati nel servizio include:
Dati AIP
  • Zone di controllo di avvicinamento (CTR e ATZ) - ENR2.1.2 p1 e p2
  • Zone di traffico aeroportuale di Aeroporti/Eliporti militari - ENR 2.1.3 
  • Zone Vietate - ENR 5.1.1 
  • Zone Regolamentate - ENR 5.1.2 
  • Zone Pericolose - ENR 5.1.3 
  • Aree militari di esercitazione ed addestramento: Poligoni di tiro a fuoco - ENR 5.2.1
  • Ostacoli alla navigazione aerea in rotta: tralicci e similari - ENR 5.4.1 
  • Ostacoli alla navigazione aerea in rotta: piattaforme e similari - ENR 5.4.2 
  • Ostacoli alla navigazione aerea in rotta: linee elettriche e similari - ENR 5.4.3
  • Attività sportive, ricreative e di lavoro aereo: lancio di paracadutisti - ENR 5.5.1 
  • Attività sportive, ricreative e di lavoro aereo: aeroclub e lavoro aereo - ENR 5.5.3
  • Attività sportive, ricreative e di lavoro aereo: volo da diporto sportivo (VDS) - ENR 5.5.4
  • Parchi naturali e zone soggette a protezione faunistica - ENR 5.6.1 
Dati Open AIP
  • Zone di controllo di avvicinamento 
Dati OpenStreetMap
  • Infrastrutture: Autostrade, raccordi autostradali, superstrade e ferrovie 
  • Sfondo: mappa OpenStreetMap (3 formati di visualizzazione) 
Dati ISTAT
  • Limiti amministrativi: comuni, province, regioni
  • Densità di popolazione nelle sezioni di censimento 2011
Dati di uso del suolo CORINE Land Cover 2006
  • Uso del suolo classificato a tre livelli di approfondimento; evidenziato in particolare il gruppo delle superfici artificiali che contiene aree di interesse per la pianificazione delle missioni SAPR, quali aeroporti, aree urbane, residenzali, industriali, rete stradale, strutture sportive, ecc. 
Ortofoto
  • Ortofoto a risoluzione 50 cm RealVista 1.0 
 [Articolo a cura di Jacopo di Florio ]
Leggi il Resto »

Scuole di Volo: F.T.O. Padova organizza il 6° corso Piloti SAPR con " Offerta Natalizia "


FTO PADOVA S.r.l., tramite la sua divisione FTO REMOTEFLY, dopo il successo della prime cinque edizioni del corso che hanno visto più di 180 partecipanti, organizza la 6^ edizione del corso BASE PILOTI SAPR nei giorni 10/11 e 17/18 Gennaio 2015 che avrà una durata di 33 ore.

Il corso, che si svolgerà presso l’Aeroporto Civile di Padova, prevede la parte formativa Aeronautica, le Regole dell’Aria e la parte relativa alla normativa SAPR, con particolare attenzione alla documentazione ENAC per piloti e per le operazioni SPECIALIZZATE (critiche e non critiche). Al termine del corso teorico è previsto un esame scritto e il rilascio di una Attestazione di frequenza che servirà per le successive pratiche ENAC per le richieste sia di Operatore che di Pilota.

FTO REMOTEFLY è anche Operatore Specializzato per Operazioni Non Critiche e utilizza il sistema Anteos di Aermatica, unico SAPR riconosciuto da ENAC per Operazioni Critiche (senza cavo di tenuta), valore aggiunto importante e complementare all’addestramento, che i piloti ed istruttori di F.T.O. PADOVA trasmetteranno durante i corsi; per chi lo desiderasse, il corso basico teorico può essere completato dal corso pratico TYPE RATING su SAPR Anteos A2/MINI C di Aermatica, sviluppato in collaborazione con il costruttore e approvato da ENAC.

Il prezzo del CORSO BASICO TEORICO per questa 6^ edizione è di 600,00 €, con un offerta speciale per chi si iscrive entro il 25 Dicembre di 500.00 €. Per iscrizioni ed informazioni: www.ftoremotefly.com oppure +39 049 723402


Leggi il Resto »