I compiti dell'ENAC con il nuovo REGOLAMENTO EUROPEO DRONI

I compiti dell'ENAC con il nuovo REGOLAMENTO EUROPEO DRONI

 


Il 31 dicembre 2020, come confermato anche dalla stessa ENAC, i regolamenti nazionali sui cosiddetti droni (UAS) sono decaduti. Oggi, 2 gennaio 2021, si applicano i regolamenti (UE) 2018/1139, 2019/945, 2019/947. Enac continuerà a regolamentare le operazioni con i droni che ricadono nelle previsioni dell’articolo 2 comma 3 a) del Regolamento (UE) n. 1139/2018, sostanzialmente quelle militari, doganali, di polizia, di ricerca e salvataggio, di lotta antincendio, di guardia di frontiera e costiera o in attività o servizi analoghi.

ENAC in ritardo sull'applicazione del regolamento europeo droni

Il regolamento europeo droni contiene anche disposizioni sulle competenze che resteranno in capo allo Stato membro. Tra i compiti assegnati all'autorità designata dallo Stato Membro, in Italia ENAC, figura la responsabilità sull'applicazione del regolamento UE (Art.18 a - 947/2019).

Purtroppo ENAC, nonostante alcune dichiarazioni informali, ad oggi risulta in ritardo sull'applicazione del regolamento europeo droni. Infatti, sul sito istituzionale non è ancora stato pubblicato nulla sull'applicazione della nuova normativa, neppure l'annunciato mini regolamento UAS-IT che dovrebbe contenere disposizioni aggiuntive per il pilota che conduce droni di oggi senza nuova marcatura di classe (C0,C1,C2,C3,C4) rientranti nelle Limited Open Category.

Limited Open Category

La limited open category è una "speciale" categoria disciplinata dall' art. 22 947/2019 la cui esistenza terminerà il 1 gennaio 2023 che permette di continuare ad utilizzare i droni di oggi che non hanno la nuova marcatura di classe e che quindi non rispettano uno o anche tutti i requisiti previsti nella 945/2019. Ad esempio, questi droni non hanno l'obbligo dell'identificazione elettronica se non richiesta dallo spazio di volo in cui saranno condotti. (Leggi anche: Droni di oggi senza marchio CE di classe potranno volare anche senza ID ELETTRONICO).
  • I droni (UAS) con massa al decollo inferiore a 500g possono essere condotti da un pilota con  un  livello  di  competenza  definito  dallo  Stato  membro interessato. Le operazioni devono essere effettuate in modo tale che il pilota non effettui sorvoli di assembramenti di persone e possa ragionevolmente prevedere di non effettuare sorvoli di persone non coinvolte. Nel caso in cui si verifichi un sorvolo imprevisto di persone non coinvolte, il pilota remoto deve ridurre il più possibile il tempo durante il quale l’aero­mobile senza equipaggio sorvola le persone in questione.
    • i droni < 250g usufruiscono dell'art. 20 a) (947/2019) per cui il pilota non è obbligato a conseguire l'attestato di pilotaggio. Le operazioni possono prevedere il sorvolo di persone non coinvolte ma mai di assembramenti.
  •  I droni < 2 kg devono essere utilizzati mantenendo una distanza minima orizzontale di 50 metri dalle persone e i piloti devono avere un livello di competenza  almeno  equivalente  a  quello  di  cui  alla  parte  A, punto UAS.OPEN.030, punto 2, dell’allegato (947/2019); E cioè attestato A1/A3 più superamento di un' ulteriore esame di teoria consistente in 30 domande a risposta multipla. 
  • I droni < 25 kg devono essere condotti in un’area in cui il pilota remoto possa ragionevolmente prevedere di non mettere in pericolo nessuna persona non coinvolta entro i limiti dell’area in cui fa volare il drone durante l’intero periodo dell’operazione. Ulteriore requisito la distanza di almeno 150m da zone residenziali, ricreative etc. Il pilota deve avere un livello di  competenza  almeno  equivalente  a  quello  di  cui  alla  parte  A, punto UAS.OPEN.020, punto 4, lettera b), dell’allegato e cioè attestato online A1/A3.
Precisiamo che un drone come il Mavic Air 2 non avendo la marcatura C1 e pesando più di 500g può essere condotto nella fascia dei droni < 2kg, quindi a 50m da persone, con il relativo attestato di competenza  per il pilota, oppure nella fascia dei droni < 25kg (150m da zone residenziali, ricreative etc) con l'altra tipologia di attestato. Lo stesso discorso vale per gli altri droni, a seconda della loro massa al decollo possono essere utilizzati in più di una categoria limited rispettando i requisiti previsti. Secondo quanto annunciato, i requisiti per il pilota delle Limited Open Category saranno stabiliti da ENAC nel mini regolamento UAS-IT. ENAC potrebbe aggiungere ulteriori requisiti per il pilota delle limited open category rispetto a quelli già previsti per le open category nel regolamento europeo.

Dopo il 1 gennaio 2023 per i droni senza marcatura continueranno ad esistere solo la fascia < 250g e quella < 25kg (art 20 947/2019).

Video - Appronfodimenti sulle Limited Open Category 

 

I compiti dell'autorità competente (ENAC)

Gli articoli 13,14,15, 16, 17, 18 del 947/2019 stabiliscono i compiti dell'autorità competente designata dallo Stato membro. Sintetizzando, in Italia ENAC o chi per essa sarà designata ha i seguenti compiti.
  • Rilasciare i certificati di competenza per i piloti.
  • Istituire il sistema di registrazione degli operatori UAS e degli UAS immatricolati come previsto dall' art.14 947/2019.
  • Rilasciare autorizzazioni, confermare la ricezione delle dichiarazioni e supervisionare le operazioni SPECIFIC.
  • Stabilire le restrizioni dello spazio aere.
  • Applicare il Regolamento Europeo nei confronti di operatori e piloti.
  • Fornire indicazioni per promuovere la sicurezza delle operazioni, compresa la diffusione di eventuali regolamenti aggiornati.
  • Ispezionare operatori, piloti e droni per verificare la loro conformità al Regolamento Europeo.
  • Disporre di un sistema per rilevare e analizzare eventuali non conformità di operatori rispetto a quanto autorizzato / certificato.
  • Emettere, mantenere, modificare, sospendere, limitare o revocare autorizzazioni e rilasciare, sospendere o revocare i certificati necessari per eseguire operazioni con i droni nelle "Open Category" e nelle "Specific" o imporre altre misure o sanzioni, se necessario.
  • Gestire come sopra i certificati di competenza del Pilota e le certificazioni LUC dell'operatore
  • Diffondere le informazioni sulla sicurezza quando necessario.

Condizioni operative per le zone geografiche UAS (art.15 - 947/2019)

Nel definire le zone geografiche per motivi di sicurezza, anche in termini di security, tutela della riservatezza o dell'ambiente, gli Stati membri possono:
  • a) vietare alcune o tutte le operazioni UAS, richiedere particolari con­dizioni per alcune o per tutte le operazioni UAS o richiedere un’au­torizzazione di volo preventiva per alcune o per tutte le operazioni UAS;
  • b) sottoporre le operazioni UAS a norme ambientali specifiche;
  • c) consentire l'accesso solo a determinate classi di UAS;
  • d) consentire l'accesso solo a UAS dotati di determinate caratteristiche tecniche, in particolare sistemi di identificazione a distanza o di geo-consapevolezza.
Sulla base di una valutazione dei rischi effettuata dall'autorità competente, gli Stati membri possono designare determinate zone geo­grafiche nelle quali le operazioni UAS sono esenti da uno o più requisiti della categoria «aperta».
Quando definiscono le zone geo­grafiche UAS a fini di geo-consapevolezza, gli Stati membri provve­dono affinché le informazioni sulle zone geografiche UAS, incluso il loro periodo di validità, siano rese pubbliche in un formato digitale unico e comune.
 

COMMENTI

BLOGGER: 29
  1. Quindi, ad oggi, posso volare rispettando solamente le norme EASA visto che non c'è il mini regolamento enac? Chiaramente ok spazi aerei, ma non ho l'obbligo di assicurazione e registrazione?
    E' chiaro che è una provocazione, e comunque sarà una cosa temporanea, però è una curiosità..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tecnicamente l'unico regolamento esistente in questo momento è quello europeo. La registrazione però è prevista nel regolamento, quindi drone con codice registrazione operatore.

      Elimina
  2. Secondo me lunedì Enac pubblicherà il regolamento...o almeno spero...

    RispondiElimina
  3. Alla fine della fiera, l'art.15 - 947/2019 concede totale potere discrezionale a chi gestisce gli spazi aerei nazionali, e questo ha senso. Più inquietante è che l'ente possa invece stabilire prescrizioni tecniche agli UAS delle categorie limited (cioè tutti quelli oggi esistenti).
    Da una parte leggiamo che i droni esistenti, senza marchio CE (specifico) potranno volare senza bisogno d'implementare l'id elettronico, ma dall'altra se enac lo ritenesse necessario, allora dovremmo trovare il modo di applicarla.
    E' un'ipotesi (fra le tante possibilim sotto il profilo tecnico), che forse resterà tale, ma non è detto che lo sia, visto che in Francia (se ho ben capito) sopra gli 800g si pretende l'ID elettronico.
    Ho interpretato male Danilo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prestazioni tecniche no, requisiti aggiuntivi per il pilota delle limited open category si. L'ID elettronico è l'unico può essere richiesto per determinati spazi di volo. I droni con marcatura avranno già l' ID elettronico integrato dal produttore. In Francia ci sono 2 ID elettronici. Uno quello europeo, l'altro per i droni > 800g a causa di una legge nazionale sulla sicurezza del 2016

      Elimina
    2. Grazie Danilo. Vediamo se ho capito: in Francia non è stato l'equivalente di ENAC ad aver imposto l'id elettronico, ma una legge di sicurezza nazionale, per giunta preesistente, che quindi coinvolge anche i mezzi attuali, che sarebbero altrimenti "esonerati". In altre parole, con il regolamento europeo, i requisiti tecnici dei droni non sono di pertinenza di ENAC, però ENAC potrebbe imporre che certe aree siano interdette a droni di una data tipologia.
      Giusto?

      Elimina
  4. Quindi ricapitolando, chi possiede un UAS tra i 500gr. e i 2Kg. Non avrà più obbligo di mantenersi a 150 metri da agglomerati urbani ( viene solo riportata la citazione, a 50 metri dalle persone non coinvolte) e dovrà integrare l'attuale abilitazione (patentino conseguito online) con un esame consistente in 30 domande? Come riportato sopra: "ulteriore esame di teoria consistente in 30 domande a risposta multipla"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe poter volare in A3 col patentino online (visto che ENAC ha già stabilito in cosa consista, ne siamo quasi certi).
      Volerà in A2 se avrà conseguito la "patente misteriosa", visto che spetta ad ENAC stabilire cosa serve all'operatore per volare in A2, e ancora non l'ha fatto.

      Elimina
    2. Ciao di tratta del requisito minimo richiesto dal regolamento europeo. Siccome però stiamo parlando di drone senza marcatura lo Stato membro (Enac) può richiedere ulteriori requisiti al pilota fino al 1 gennaio 2023. Per capire se Enac chiederà di più bisogna attendere il mini regolamento uas-it

      Elimina
    3. Ancora una volta... attendiamo, al momento non possiamo fare altro!

      Elimina
    4. Come al solito... Non ci resta che attendere!!!

      Elimina
    5. Ciao e grazie di tutto Danilo. Caos e lunghe attese come da copione. Attendiamo...

      Elimina
  5. Salve. Un info.
    Ho registrato il dji mini2 su d-flight, spuntando pure la voce "questo drone non e offensivo"..Poi la registrazione mi sono scaricato il codice QR (costo di 6 euro).. Avendo visto che nel profilo risulta pure il codice EASA.. Ho fatto bene o non serve il codice QR?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si sa.. attendiamo enac entro il 31\12 (quello passato ovviamente)

      Elimina
    2. Mi sono dimenticato di scrivere che alla registrazione del drone ho spuntato pure la voce "sono operatore di questo drone"

      Elimina
    3. Cosi ho fatto anche io,
      Rimango un po confuso!se la registrazione operatore valga anche per Aesa

      Elimina
  6. Se non ricordo male prima la voce "sono operatore di questo drone" Non esisteva.. Non vorrei dire una fesseria per questo ho scritto qui.. Ma secondo me facendo la spunta "sono operatore di questo drone" Elaborando il Codice QR dovrebbe andare in automatico..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attualmente d-flight genera i qr-code italiani previsti dal vecchio regolamento ENAC ormai decaduto legati al drone.Il regolamento europeo lega la registrazione all'operatore e non al drone. Bisogna attendere aggiornamenti di d-flight sia per quanto riguarda il regolamento europeo sia per il mini regolamento ENAC UAS-IT che deve ancora essere pubblicato

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  8. Buongiorno a tutti la domanda è con un drone in a2 (mavic pro2 air2)posso volare in città a 50 mt dalle persone e, da come hanno detto, non esiste più la distinzione tra hobbystico e professionale io quindi rientro nella categoria open o specific ?e sopratutto quali documenti dovremmo avere al seguito ora? GLI SCENARI STANDARD ITS-01 ITS-02 sono ancora validi(data appunto la fine della distinzione hobby/pro)? premetto che sono un pilota cro e uso i droni per lavoro ad oggi sinceramente non so come lavorare soprattutto quando ho bisogno dell'enterprise dual in città. Grazie a chi mi saprà rispondere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, con il regolamento europeo per un drone come il mavic air 2 che non ha marcatura di classe si applicabo le limited open category e/o le specific. Nelle limited open category può essere usato fino al 1 gennaio 2023 mantenendo almeno 50m da persone in condizioni operatie A2 e cioè con il pilota che ha conseguito l'attestato di pilotaggio che comunicherà ENAC con il regolamento UAS-IT quando lo pubblicherà. Minimo sarà necessario attestato A1/A3 più esame aggiuntivo di 30 domande. L'air 2 però può essere usato anche in condizioni operative A3 e cioè ad almeno 150m da zone residenziali, ricreative, commerciali etc. con aera di volo sgombra da persone non informate. Il pilota dovrà aver conseguito l'attestato A1/A3. L'Air 2 si può usare anche negli scenari standarda con pilota CRO ed eventuale modulo di addestramento aggiuntivo.

      Elimina
  9. ciao Daniele grazie per la risposta intanto quindi per ora devo attenermi in scenari urbani comunque al "vecchio regolamento" cioè scenario standard its o1?in ambiente urbano?anche se per esempio lo dovessi fare domani...visto che enac non ancora si pronuncia non "comanda easa".
    La domanda è se dovessi fare una operazione domani senza regolameneto enac (decaduto)posso operare in limited open in citta con il mio mavic air 2?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. considerando che sono gia pilota cro....

      Elimina
  10. ed ho gia comunicato ad enac tutto droni e sono registrato come utente pro

    RispondiElimina
  11. noi che lavoriamo in città con i droni come dovremo comportarci fino all?uscita dell'uas ita??scusa le tante domande ma è un casino qui....

    RispondiElimina
  12. ho un Mavic Mini e lo uso per scopo ludico, sono assicurato, per volare ho bisogno del codice EASA? Se si come ottenerlo? Sono registrato su D-Flight ma ho solo il codice utente, non sono possessore ne di patentino online ne di altri tipi di attestati... chi può aiutarmi a capire?

    RispondiElimina
  13. Alla fine della fiera per volare ancora con il mio Mavic pro 1 cosa devo fare, possibile che non sono mai chiari? Attestato pilota apr, registrazione dflight, assicurazione.... E adesso che altro?

    RispondiElimina

Se vuoi supportarci compra droni o qualsiasi prodotto usando i seguenti link. Grazie al tuo aiuto riceveremo una commissione per il tuo acquisto dallo store, a te non costerà nulla. 🛒AMAZON 🛒DJI Online Ufficiale 🛒 DJI Store Italia - 🛒 AUTEL in Italia - 🛒 BANGGOOD - 🛒 DRONEMASK  🛒 MAGIMASK

Clicca su "mi piace" e seguici su Facebook

Raggiungici su YOUTUBE
Nome

>Drone,1,250 grammi,14,300 grammi,63,3DRobotics,18,A2,1,AAM,3,Acqua,1,Action Cam,8,Advanced Air Mobility,15,Aeromobile Giocattolo,1,Aeromobili con equipaggio,1,Aeromodellismo,32,Aeroscope,1,Agricoltura,84,Aibotix,3,Ambiente,2,Anafi,23,Anafi Ai,2,Anafi Mini,1,Anafi Thermal,3,Anafi-Ai,1,Ansv,1,APM,9,Apple,1,Apple iPhone X,1,APR,746,Archeologia con i Droni,7,Arducopter,44,Ardupilot,1,Arte,1,Assicurazione,4,Assicurazione. Droni,3,Assorpas,12,Autel,9,Autel Evo 3,1,Autel EVO Lite,1,Autel EVO Mini,2,Autel EVO Nano,3,Autel Robotics,12,Autopilota,9,Bebop,45,Bebop 2,9,Bebop 3,1,Blos,2,BVLOS,43,c-uas,1,Camera Drone,1,Camera Termica,6,Campi Fotovoltaici,3,Canon,1,CES2017,4,Cinecopter,2,Cinewhoop,2,Cobra,1,Corso droni,6,Curiosità,2,D-flight,17,Design,1,DII,1,DIJ,3,DIJ GO,1,Disco,9,DJI,821,DJI Academy,1,DJI Action 2,4,DJI Action 3,1,DJI Air 2S,7,DJI Air2S,3,DJI Avata,1,DJI Enterprise,13,DJI FLY,6,DJI FPV,23,DJI Goggles,15,DJI Innovation,20,DJI Innovations,135,DJI Inspire 2,15,DJI Inspire 3,1,DJI M200,1,DJI M30,1,DJI Matrice 300,3,DJI Mavic,65,DJI Mavic 2,40,DJI Mavic 2 Enterprise,7,DJI Mavic 2 Enterprise Advanced,2,DJI Mavic 3,20,DJI Mavic Air,28,DJI Mavic Air 2,23,DJI Mavic Mini,42,DJI Mavic Mini 2,1,DJI Mavic Pro,15,DJI Mavic Pro 2,4,DJI Mavic Pro II,2,DJI Mavic Pro Platinum,5,DJI MIMO,1,DJI Mini 2,21,DJI Mini 3,11,DJI Mini 3 Pro,10,DJI Mini SE,4,DJI OM 5,1,DJI Osmo Action,7,DJI Osmo Mobile 3,2,DJI OSMO POCKET,19,DJI Phantom,1,DJI Phantom 4,23,DJI Phantom 4 RTK,6,DJI Phantom 5,5,DJI Phantom R,1,DJI Pocket 2,4,DJI S800,10,DJI Smart Controller,2,DJI SPARK,68,DJI Tello,3,Dobby,4,Done,1,Draganflyer,4,Drone,4074,drone 250 grammi,16,Drone Droni,5,drone giocattolo,2,Drone Journalism,13,Drone Marino,5,Drone Notizie,1,Drone Patent Trolling,1,Drone; Droni,1,Drone; Notizie,1,Drone. DJI,1,Drone. Droni,5,Drone. Hardware,1,Drone. Italia,1,Drone. Notizie,3,Droni,1543,Droni modelli,5,Dronie,3,Dronimodellismo,6,Dronitaly,63,Dronitaly 2016,9,EASA,8,Emergenza,5,Enac,183,ENAV,5,esacottero,3,Eventi,156,Evento,1,Evidenza,1,EVO 2,10,Evo Lite,3,Evo Nano,4,EVO NANO+,4,EVO NANO+. Autel Robotics,1,Expodrone,8,F3U,1,FAI,1,Fatshark,1,FIMI,6,FIMI A3,3,Fimi Palm,1,Fimi X8 Mini,7,FIMI X8 SE,12,FIMI X8 SE 2020,4,FIMI X8SE 2022,1,Firmware,18,FLIR,1,Ford,1,Formazione,37,Fotografia,5,Fotogrammetria,114,FPV,110,FPV Drone Racing,48,FPV Racing,143,GDU,1,Geologia,3,Geomatica,4,Gimbal,5,Gimbal Brushless,31,GoPro,48,GoPro Hero 4,9,GoPro Hero 5,4,GoPro Hero 6,1,GoPro Hero 7,2,GoPro Hero8,1,GoPro Max,1,GPS,5,Ground Station,4,GSPRO,2,Handheld Gimbal,30,Hardware,489,Hasselblad,1,Helicam,1,Hero 6,1,Hubsan,41,Hubsan Zino 2,1,Incendio,3,inspire 1,2,Inspire 2,5,Intel,4,Intergeo,1,ispezioni,40,Italdron,7,Italia,2341,JARUS,1,karma,28,Lavoro,6,Lavoro Aereo,47,Le Prove di Quadricottero News,37,Leonardo,4,Libri,1,LiDAR,3,Linux,1,Litchi,1,M300,2,Manifestazione Aerea,1,Mappatura,25,Matrice 100,3,Matrice 200,7,Matrice 300,1,MAV,3,Mavic,1,Mavic Enterprise,1,Mavic Mini 2,2,Mavic Pro,1,Mi Drone,3,Mi Drone Mini,2,Micro Drone,3,Micro Droni,31,Microdrones,5,Mikrokopter,25,mini drone,11,Mini Droni,95,MiTu,1,Mobilità Elettrica,1,Moni,1,Monitoraggio,212,Monitoraggio. Notizie,1,Multirotore,45,Multiwii,4,myUAS,1,Norma,1,Normativa,402,Normativa Droni,204,Normativa Droniblogger,1,Normativa EU,120,Notiizie,2,Notize,15,Notizie,4023,Notizie. Italia,1,Notizize,2,OnePlus,1,Open Source,35,Openpilot,8,OSMO,4,OSMO Mobile 2,4,OSMO Mobile 3,2,Osmo Mobile 4,4,P4 Multispectral,1,Paparazzi,1,Paracadute,6,Parrot,169,Parrot Anafi,29,Parrot. Notizie,1,Payload,2,PERI,1,Phandom,1,Phantom,42,Phantom 3,46,Phantom 3 SE,1,Phantom 4,25,Phantom 4 PRO,5,Phantom RTK,1,Pix4D,1,Pocket 2,2,Polizia,5,Post Produzione,11,Prevenzione Incendi,5,primo contatto,33,Privacy,12,Protezione Civile,4,Quadricottero,280,Racing,1,Radio,1,rdcv,5,RDWC,4,Recensione,7,Recensione Droni,36,ReelSteady,1,Regolamento,1,Regolamento Droni,99,Remote ID,1,Restauro,4,Ricerca e Soccorso,144,Rilevamenti,59,Rilevamenti Tecnici,93,Rilevamento,28,Riprese Aeree,307,Roma,2,Roma Drone Campus,21,Roma Drone Conference,83,Roma Drone Expo&Show,32,Roma Drone Urbe,13,Runcam,1,Samsung,1,SAPR News,606,Scatto Remoto,1,Scuola,98,Selfie,4,senseFly,3,Sicurezza,11,SICUREZZA 2017,1,Simulatore di volo,6,Skydio,1,Skydio 2,6,Skydio X2,2,Skypixel,3,Skyrobotic,3,SkytTech2015,1,Software,199,Solo,7,Sony,1,Sora,1,Sorveglianza,17,speciale romadrone,5,Specific,4,spettacolo,1,Sport,2,Stampante 3D,6,Syma,5,Tecnica,106,Tecnologia,13,Televisione,56,TELLO,11,Termocamera,52,Terremoto,1,Topografia,3,Transponder,2,Trasporto con Drone,13,Tutorial,76,TwoDots,1,U-space,4,UAM,4,UAS,4,UAV,1,Urban Air Mobility,6,Vigili del Fuoco,14,VirtualRobotix,13,Vitus,2,VTOL,3,Wale Watching,3,Walkera,12,WRC,2,X8 Mini,1,XAircraft,1,XIAOMI,16,XIAOMI FIMI A3,2,Xiaomi Mi Drone,1,XIAOMI MITU,3,Xiro,2,XK Innovations,1,Yi,1,Yuneec,20,ZeroTech,1,ZINO,15,Zino 2,1,Zino Mini Pro,14,
ltr
item
Quadricottero News: I compiti dell'ENAC con il nuovo REGOLAMENTO EUROPEO DRONI
I compiti dell'ENAC con il nuovo REGOLAMENTO EUROPEO DRONI
I compiti dell'ENAC con il nuovo REGOLAMENTO EUROPEO DRONI
https://1.bp.blogspot.com/-E_OhyflSf60/X_BhHyUk0SI/AAAAAAAAik8/Z3TZlrZKDjgeZGVl6-_2rlmvjM4ChzNIgCLcBGAsYHQ/s16000/Compiti%2BENAC%2Bregolamento%2Bdroni.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-E_OhyflSf60/X_BhHyUk0SI/AAAAAAAAik8/Z3TZlrZKDjgeZGVl6-_2rlmvjM4ChzNIgCLcBGAsYHQ/s72-c/Compiti%2BENAC%2Bregolamento%2Bdroni.jpg
Quadricottero News
https://www.quadricottero.com/2021/01/i-compiti-dellenac-con-il-nuovo.html
https://www.quadricottero.com/
https://www.quadricottero.com/
https://www.quadricottero.com/2021/01/i-compiti-dellenac-con-il-nuovo.html
true
82792799756454696
UTF-8
Caricati Tutti i Posts Nessun post trovato VEDI TUTTI Leggi il Resto Rispondi Cancella la Risposta Cancella By Home PAGINE POSTS Vedi Tutti RACCOMANDATO PER TE ETICHETTA ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POSTS Non è stato trovato quello che cercavi Torna alla Home Domenica Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso 1 minute fa $$1$$ minutes ago 1 ora fa $$1$$ hours ago Ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di 5 settimane fa Followers Segui THIS PREMIUM CONTENT IS LOCKED STEP 1: Share to a social network STEP 2: Click the link on your social network Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy Table of Content